Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Atac, approvata la delibera numero 30

15 depositi cambieranno destinazione d'uso e saranno venduti. L'azienda incassera 400 milioni di euro

Una lunga maratona che è partito ieri pomeriggio ed è andato avanti a oltranza anche di notte, tutto per approvare la prima delle due delibere attraverso le quali il Campidoglio conta di salvare Atac dalla bancarotta. La delibera numero 30 è passata in votazione questa mattina alle otto con 29 voti favorevoli, 4 contrari e 7 astenuti. Rientrando in possesso di circa 15 depositi di mezzi per il trasporto pubblico locale, Atac potrà riqualificarli cambiandone la destinazione d'uso e quindi incassare dalla vendita una cifra che il Campidoglio ha quantificato in circa 400 milioni di euro.

Ieri notte, sulla delibera numero 30, l’opposizione ha dato battaglia. Una battaglia ancora più aspra si scatenerà sul provvedimento numero 35, senza il quale tutta la riqualificazione non potrà partire. È la delibera numero 35, infatti, che deve dare il via libera al cambio di destinazione d’uso dei depositi. Le votazioni sono in programma per giovedì. L’opposizione ha già chiesto che il provvedimento venga discusso dopo l’approvazione del bilancio, ma la maggioranza andrà avanti: la ricapitalizzazione di Atac è considerata fondamentale per ripianare i conti disastrati dell’azienda. Oltretutto, il tempo stringe: il 30 giugno i soci di Atac si riuniranno per discuterne il futuro. Il Campidoglio conta di chiudere la partita delle delibere prima di quella data.

OPPOSIZIONE - "La maratona che dura da una settimana per l'approvazione della delibera salva-Atac (n.30) si è conclusa in una seduta fiume di 15 ore terminata alle otto del mattino e solo il comportamento responsabile dell'opposizione, seppur con diversi posizioni, ne ha consentito la votazione, infatti i soli 29 membri della maggioranza non avrebbero avuto neanche il numero legale". Lo affermano, in una nota Umberto Marroni, capogruppo Pd, Alessandro Onorato, capogruppo Udc, Gemma Azuni, capogruppo Sel, Gianluca Quadrana, capogruppo Lista Civica, Andrea Alzetta capogruppo Roma in Action di Roma Capitale
 
 

[22-06-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE