Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Muti e la cittadinanza. "Caro sindaco, no grazie"

il maestro Riccardo Muti rinuncia alla cittadinanza

“Caro sindaco, no grazie”. Il maestro Riccardo Muti rinuncia alla cittadinanza onoraria inviando un fax a Gianni Alemanno. Lo fa da Salisburgo, motivando la sua decisione con “rammarico per una festa annegata nella bassa politica”, si legge nella lettera. Il riferimento al percorso a ostacoli e alle divisioni politiche in seno alla maggioranza capitolina è palese. E anche se “la questione ha assunto contorni spiacevoli e desolanti”, ha dichiarato Muti in un’intervista al Messaggero, l’impegno e la collaborazione con il sindaco Alemanno per il Teatro dell’Opera sono fuori discussione.

Eppure proprio nella serata di giovedì l’assemblea capitolina era riuscita ad approvare all’unanimità la delibera che conferisce la cittadinanza onoraria al maestro. 35 voti favorevoli, nessun contrario e nessun astenuto, anche se la cosiddetta ala “rampelliana”, pur essendo presente in aula, non ha partecipato al voto. Un ulteriore smacco al primo cittadino, dopo la bagarre di lunedì scorso, quando tre consiglieri hanno abbandonato i lavori per la cittadinanza a Muti. E la redenzione di ieri sera è arrivata troppo tardi. Il fax di rinuncia era già nelle mani del sindaco.

[10-06-2011]

 
Lascia il tuo commento