Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Altre di Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema » Altre di Cinema
 
 

Il Festival di Roma nelle Biblioteche

Proiezione delle migliori pellicole del Festival alla presenza degli autori

Fino al 4 Luglio le video-sale del sistema bibliotecario romano ospiteranno le proiezioni di film e documentari di qualità, già apprezzati nelle più recenti edizioni del Festival del Film di Roma.

Il nuovo accordo tra le Biblioteche di Roma e la Fondazione Cinema per Roma prevede una cooperazione nel campo della comunicazione e promozione delle pellicole presentate in concorso.
Oltre alle proiezioni dei prossimi mesi, a ingresso gratuito, i titolari Bibliocard potranno ottenere – durante il periodo del Festival – due biglietti ridotti per ogni card presentata. Inoltre, nel corso dell’anno, beneficeranno di uno sconto del 20% su tutti gli eventi organizzati dalla Fondazione Cinema per Roma. Le Biblioteche di Roma parteciperanno alle attività del Festival informando il pubblico e distribuendo programmi e locandine nelle loro trentasei sedi.

Le proiezioni in programma nei prossimi mesi si svolgeranno alla presenza degli autori e introduzione e dibattito saranno seguiti da Mario Sesti (responsabile della sezione "L’Altro Cinema | Extra"), Jacopo Mosca e Gabriele Niola (collaboratori della sezione) e Maurizio Carrassi (Biblioteche di Roma).

Prossimo appuntamento Lunedì 13 Giugno alla Biblioteca di Villa Leopardi (II Municipio) con il film “La scuola è finita” di Valerio Jalongo (2010), in contemporanea con il documentario “Le pere di Adamo” di Guido Chiesa a Villa Mercede (III Municipio). Da non perdere il 14 Giugno “Simon Konianski” di Micha Wald alla Casa della Memoria e della Storia (I Municipio).

In programma nelle prossime settimane anche “H.O.T. – Human Organ Traffic” di Roberto Orazi, documentario presentato in numerosi festival la scorsa estate e molto ben accolto al Festival del Cinema di Roma, e “Fratelli d’Italia” di Claudio Giovannesi.

Per ulteriori informazioni:
www.comune.roma.it










 
 

[10-06-2011]

 
Lascia il tuo commento