Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Atac, approvato Odg in Assemblea capitolina

Alemanno: "Pronto piano industriale"

Con l'approvazione di un unico ordine del giorno si è conclusa la seduta tematica dell'Assemblea capitolina su Atac. L'ordine del giorno, approvato nella tarda serata di giovedì, ha avuto voto positivo e ribadisce la linea della maggioranza: quella di un impegno a preservare l'azienda tutelando i livelli occupazionali. Il documento chiede, inoltre, di portare “a rapida discussione e approvazione i provvedimenti e tutte le iniziative volte a permettere ad Atac di vedere la propria posizione stabilizzata e i propri conti economici in pareggio”. Per risanare dai debiti l’azienda di trasporto pubblico la maggioranza capitolina propone la vendita di 15 immobili che dovrebbero fruttare circa 350 milioni di euro.

Si è parlato anche di un piano industriale per rilanciare l’azienda municipalizzata romana coinvolta qualche mese fa nello scandalo Parentopoli.

"Su Atac parte un'operazione verità - spiega il sindaco- Dopo tante illazioni fatte in questi mesi voglio dire che, sia sul fronte dell'indebitamento che su quello delle assunzioni, l'azienda ha avviato il suo risanamento". Una questione che, secondo Alemanno, "coinvolge forza lavoro e famiglie e non sono affari di gossip. L'indebitamento netto dell'azienda è passato da 615 milioni nel 2007 a 389 nel 2010 e il personale è sceso nel 2010 al punto più basso degli ultimi 5 anni e cioè a 12.360". Per affrontare il problema "chiediamo, attraverso l'Assemblea capitolina, un finanziamento con la proprietà immobiliare di Atac Patrimonio che ci serve per pagare il debito pregresso che viene da lontano e che noi abbiamo già cominciato a sanare negli ultimi tre anni. Oggi siamo a un passo decisivo. L'impegno futuro è per la qualità del servizio stesso -ha detto Alemanno- ed avere un trasporto pubblico locale all'altezza di Roma Capitale".

L’opposizione capitolina attacca l'atteggiamento di Alemanno. "Il sindaco dimostra ancora una volta la totale mancanza di rispetto dell'istituzione –ha detto il capogruppo del Pd in Assemblea Capitolina Umberto Marroni non solo è arrivato in Consiglio con quattro ore di ritardo ma ha pensato bene di presentare sommarie linee guida per il piano industriale prima alla stampa invece di illustrarle all'assemblea capitolina”.

[10-06-2011]

 
Lascia il tuo commento