Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Festival del Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema » Festival del Cinema
 
 

Il cinema argentino festeggia i 150 anni d'Italia

Fino al 4 Giugno al Cinema Farnese

Un incontro sul tema delle co-produzioni italo-argentine inaugurerà oggi la rassegna cinematografica “Il cinema argentino festeggia i 150 anni d’Italia” al Cinema Farnese Persol. Alla presenza, tra gli altri, di Torcuato Di Tella (Ambasciatore della Repubblica Argentina in Italia), Roberto Ciccutto (Presidente di Cinecittà Luce) e di Luciano Sovena (Amministratore Delegato di Cinecittà Luce) si discuterà dei rapporti produttivi tra due realtà unite da uno storico legame reciproco.

La rassegna ospiterà, fino al 4 Giugno, una selezione di titoli dei migliori film argentini degli ultimi anni – alcuni vincitori anche di riconoscimenti internazionali. Film di apertura del programma, che prevede due lungometraggi in lingua originale a sera, è “Belgrano” di Sebastian Pivotto, prodotto da Juan José Campanella e incentrato sugli ultimi dieci anni di vita dell’eroe dell’indipendenza argentina – di origini italiane.

Il cartellone comprende alcune delle opere argentine più famose degli ultimi anni, tra cui “Aniceto” di Leonardo Favio, remake di quell’ “Éste es el romance del Aniceto y la Francisca, de cómo quedó trunco, comenzó la tristeza y unas pocas cosas más” (1967) considerato il miglior film argentino di sempre.
In programma anche “La mirada invisibile” di Diego Lerman – in concorso al 63° Festival di Cannes – ambientato a Buenos Aires alla vigilia della fine della dittatura, nel 1982.

Non potevano mancare “Si sos brujo – Una historia di tango” di Caroline Neal – commovente documentario su un elemento fondamentale della cultura argentina – e “Eva Peron” di Juan Carlos Desanzo, presentato come “la risposta argentina a ‘Evita’ made in USA”.

“Il cinema argentino festeggia i 150 anni d’Italia” è organizzato in collaborazione con il RIFF – Roma Independent Film Festival.

Per ulteriori informazioni e per consultare il programma completo della rassegna:
www.riff.it
 
 

[31-05-2011]

 
Lascia il tuo commento