Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Pineta di Castel Porziano in fiamme

distrutti tre ettari

In poco più di 90 minuti nel pomeriggio di domenica tre ettari della pineta di Castel Porziano sul litorale romano sono stati distrutti dalle fiamme. A provocarle potrebbe essere stato un mozzicone di sigaretta lanciato da un'automobilista al semaforo visto che l'incendio è partito all'angolo tra via Cristoforo Colombo - la strada che collega il centro al mare - e via di Castel Porziano, zona già devastata dal grande incendio del 2000 e che da poco era in via di ritorno alla normalità.

Il forte vento ha alimentato le fiamme che hanno impegnato una cinquantina di persone, tra vigili del fuoco, volontari della protezione civile comunale e regionale, personale della forestale. Mentre i vigili urbani hanno chiuso una corsia della Colombo in direzione di Roma e due linee dell'autobus sono state deviate per l'intenso fumo che occupava la sede stradale. Per l'incendio ed il contemporaneo rientro dal mare si sono formate code e rallentamenti. Per domare le fiamme è stato utilizzato anche un elicottero della Protezione civile regionale. Proprio ieri, per un altro incendio, erano andati distrutti 5mila metri quadrati di pineta a causa di una baracca andata in fiamme, utilizzata dai tanti senzatetto che trovano rifugio nella zona. "Solo grazie al tempestivo intervento della Protezione civile del Campidoglio - ha commentato l'assessore capitolino all'ambiente Marco Visconti - è stato scongiurato il peggio. Abbiamo appurato, infatti, che il fuoco è partito nei pressi di un semaforo all'incrocio tra viale Cristoforo Colombo e via di Castel Porziano. È evidente dunque che la causa è da attribuire ad un mozzicone lanciato da un auto in sosta". 

[29-05-2011]

 
Lascia il tuo commento