Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Recuperata la prua della Navicella

il momumento era stato danneggiato per la terza volta

E' stata per tre volte portata via a martellate e per tre volte recuperata dai carabinieri: è la prua della Navicella. Il monumento scolpito da Sansovino nel 1519 e collocato sul Celio, di fronte all’entrata di villa Celimontana. Storia travagliata, quella della Navicella: la prua era stata rubata prima nel 2005, poi nel 2007, e infine a marzo scorso.

I carabinieri sono riusciti a recuperare il frammento di marmo della prua, lungo una quindicina di centimetri, che raffigura il muso di un cinghiale: la navicella sarà restaurata a breve. I vandali sono saliti sul monumento e hanno asportato la prua con dei colpi ben assestati. Probabilmente hanno tentato di piazzarla sul mercato proponendola a dei ricettatori ma non devono aver avuto fortuna. Meglio è andata ai carabinieri, che alla fine di una indagine accurata hanno eseguito due perquisizioni e sono riusciti a recuperare il pezzo di marmo e altri oggetti d’arte rubati in chiese e musei. Si tratta di quattro dipinti, un ostensorio, un piatto e sette lucerne in terracotta. Le opere d’arte erano nascoste in un involucro di plastica nel parco Modigliani.

Gli esperti hanno stimato che, se fossero state vendute nel mercato clandestino, avrebbero fruttato una somma superiore a 100mila euro. ''Il posto in cui si trova la Navicella - ha detto il comandante dei carabinieri del reparto operativo Tutela patrimonio culturale di Roma Pasquale Muggeo - puo' rendere semplice questi danneggiamenti e questi furti. Per questo la prevenzione è fondamentale. Pensiamo ad una fittissima rete di telecamere per arginare il fenomeno. Prevenire e' la strada da seguire: lo scorso anno, infatti, e' diminuito il numero dei furti''.

[26-05-2011]

 
Lascia il tuo commento