Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Giudiziaria
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma » Cronaca Giudiziaria
 
 

Incidente bus in via Trionfale, due condanne

l'autista non aspettò che i freni entrassero in temperatura

Due condanne ed una assoluzione: è la conclusione del processo sulle cause dell’incidente di un pulmann, che il 6 febbraio del 2006, precipitò da una scarpata di via Trionfale provocando la morte di dodici turisti turchi in vacanza nella capitale.

Il giudice Roberto Polella ha condannato a tre anni e mezzo di reclusione l’autista, Adamo Cellini e a quattro anni aldo bonanni, amministratore della international tour che aveva affittato il bus. Assolto invece il proprietario del mezzo, Marco Schiavo, amministratore della societa’ peter pan che era accusati di condotta negligente per scarsa manutenzione del mezzo.

I tre erano finiti a processo con l’accusa di omicidio colposo plurimo e di lesioni. Secondo le conclusioni a cui sono arrivati i giudici l’autista Cellini avrebbe messo in moto il pulmann senza aspettare il tempo necessario per far entrare in temperatura i freni. L’alta velocità nell’affrontare la discesa della via Trionfale nel tratto pieno di tornanti e la scarsa efficienza dei freni sono stati -secondo i giudici- le cause alla base dell’incidente. Il bus concluse la sua corsa sfondando un parapetto di mattoni e cadendo in un giardino sottostante.

[19-05-2011]

 
Lascia il tuo commento