Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
A tutto gas
 
» Prima Pagina » Sport Roma » A tutto gas
 
 

Lo spettacolo deve ancora cominciare?

Dominio Red Bull in Turchia. Alonso sul podio, ma il mondiale sembra gi compromesso.

Dopo il divertente Gp della Cina, si attendevano conferme dalla Turchia, invece è giunta la più secca delle smentite. Vettel ha vinto l'ennesimo Gp senza sudare troppo e senza bisogno di fare nemmeno un sorpasso. Alla faccia delle strategie e del valzer dei pit stop generato da gomme Pirelli stavolta accusate da quasi tutti di aver generato un caos eccessivo. Hembery sostiene che è tutto ok, anche se alla fine ammette che "per noi è stata una gara impegnativa". La classifica del Mondiale è imbarazzante.

Il tedeschino volante ha 93 punti, ben 34 di vantaggio sul suo rivale più accreditato, Lewis Hamilton, alle prese con una Mclaren decisamente deludente a Istanbul. Segue Mark Webber, buon secondo ieri, ma soprattutto condannato al ruolo di seconda guida, quindi Button e arriviamo finalmente ad Alonso. Fernando giustamente ha espresso soddisfazione per il primo podio conquistato, tuttavia i suoi 52 punti di distacco sembrano già una montagna troppo alta da scalare. In Spagna Mclaren e Ferrari dovranno assolutamente crescere, altrimenti toccherà accontentarsi soltanto di vittorie di tappa.

Chi è cresciuta un po' invece è sicuramente la Mercedes, non ancora per vincere, ma a quanto pare abbastanza per far pensare al Cavallino di sostituire l'opaco Massa col pimpante Rosberg, che rovina il sonno di nonno Schumi.  Bene anche la Lotus Renault, anche se penso che volessero qualcosa in più, solita certezza Kobayashi che meriterebbe una vettura migliore, soprendente Buemi. A Barcellona tanti nuovi pezzi in arrivo, sperando (con doverose scuse a quel geniaccio di Adrian Newey) che a mettere le ali siano altri.

Giu. Cil.

[09-05-2011]

 
Lascia il tuo commento