Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Rugby
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Rugby
 
 

Eccellenza: pareggi per entrambe le romane

Nell’ultima giornata di campionato la Rugby Roma fa 10-10 a Padova, mentre la Mantovani Lazio si fa bloccare in casa dal Mogliano

Rugby Roma – Poco spettacolo allo Stadio del Plebiscito, dove si scontrano Petrarca Padova e Futura Park Rugby Roma. Non succede nulla per larghi tratti della partita: per aggiornare il tabellino si deve aspettare una buona mezz’ora quando Del Bubba porta avanti i romani su calcio di punizione. Entrambe le squadre non hanno nulla da chiedere al campionato (Padova già ai play off, Roma senza alcun obiettivo) e i ritmi non si alzano. Padova trova la meta al 42°, con Ansell, e Mercier trasforma. Ancora Mercier allunga sul tabellino, centrando i pali su punizione al 53°. I bianconeri della Rugby Roma trovano comunque la meta allo scadere del match: la segna Valcastelli, Del Bubba trasforma e la partita si chiude sul punteggio di parità di 10-10. La Rugby Roma raccoglie così due punti, terminando l’anno a 40 in classifica: troppo lontano dalla zona play off (distante otto lunghezze) e troppo vicina alla parte bassa della classifica (il Mogliano è a 37): si chiude una stagione finita già qualche domenica fa. Troppo presto.

Mantovani Lazio – Al Centro Sportivo Giulio Onesti si incrociano Mantovani Lazio e Marchiol Mogliano: per entrambe è stato un anno più che positivo, con una salvezza raggiunta tranquillamente e alcune belle soddisfazioni raccolte qua e là. Sono i biancocelesti ad andare in vantaggio con la meta di Pelizzari al 7° minuto; dieci minuti e il Mogliano pareggia con Stanfill. Non succede nient’altro nel primo tempo. La Mantovani Lazio riprende la partita con alcuni cambi e al 43° trova la meta con Law, che non sbaglia la trasformazione. Il Mogliano però non molla e manda in campo forze fresche. Nel giro di un paio di minuti la Lazio si ritrova addirittura in tredici (gialli a Fabiani e Garfagnoli) e il Mogliano ne approfitta per costringere i biancocelesti a concedere la meta tecnica che Naude trasforma per il pareggio: 12-12 a un quarto d’ora dalla fine. Finisce in parità, due punti a testa e stagione che si chiude con il Mogliano al settimo posto e la Mantovani Lazio subito dietro.

Le altre partite – Nello scontro tra Crociati e Rovigo (che si ritroveranno nei play off) ha la meglio la capolista. Gli ospiti trovano due mete in mezz’ora, prima con Persico e poi con Pace (Bustos le trasforma entrambe) senza concedere ai padroni di casa neanche un punto. I Crociati riescono a sbloccare lo zero sul tabellino al 40° con la punizione di Ricci, ma al rientro dagli spogliatoi Rovigo trova subito la terza meta con Bacchetti e la quarta con Zorzi. La partita non ha molto altro da dire: Rovigo lievita fino al 3-38.
Venezia si congeda dalla massima serie con la diciottesima sconfitta su diciotto incontr: tra le mura di casa perde 7-21 contro l’HBS GranDucato Parma. Gli ospiti vanno in vantaggio dopo 3 minuti sfruttando una rimessa laterale giocata bene e la buona spinta del pack. Venezia è fallosa e concede a Jones di allungare dalla piazzola, ma potrebbe andare in meta al 31° se l’azione non fosse viziata da un avanti. E per i lagunari sembra piovere sul bagnato, visto che al 37° l’apertura Vassallo deve alzare bandiera bianca per infortunio. Invece Venezia trova la meta proprio in questa fase, alla fine del primo tempo, con l’intercetto di Maci Perziano che si fa tutto il campo. Ma la partita non cambia strada: due punizioni di Jones e le mete di Castagnoli e Dunbar portano il punteggio finale sul 7-21.
Al Tommaso Fattori tra L’Aquila Rugby e Estra I cavalieri Prato finisce 20-22. Gli ospiti passano dopo un quarto d’ora, trovando la meta (non trasformata) con Vezzosi. Paolucci prima al 20° e poi al 29° centra i pali dalla piazzola, portando in vantaggio gli abruzzesi, e trovando anche la meta personale, ma Prato rientra subito in partita con le segnature di Cristiano e Rodwell. L’Aquila non molla, vuole chiudere bene la stagione tra le mura amiche e la meta di Zaffiri trasformata dal solito Paolucci dà respiro agli abruzzesi. Che però non portano a casa la vittoria: al 68° la quarta meta di Prato (con Chiesa) vale il definitivo 20-22.

Eccellenza – XVIII giornata
Mantovani Lazio – Marchiol Mogliano 12-12
L’Aquila Rugby – Estra I Cavalieri Prato 20-22
Casinò di Venezia – HBS GranDucato Parma 7-21
Petrarca Padova – Futura Park Rugby Roma 10-10
Banca Monte Parma Crociati – Femi CZ Rovigo 3-38

Classifica
Femi CZ Rovigo Delta 73 ; Estra I Cavalieri Prato 67 ; Petrarca Padova 59 ; Banca Monte Parma Crociati 48 ; HBS GranDucato Parma 45 ; Futura Park Rugby Roma 40 ; Marchiol Mogliano 37 ; Mantovani Lazio 1927 32 ; L’Aquila Rugby 1936 20 ; Casinò di Venezia 0*

(* quattro punti di penalizzazione per mancata attività giovanile) 

Antonio Scafati

[30-04-2011]

 
Lascia il tuo commento