Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Taxi, la provincia contro la doppia tariffa

troppo cara la tratta Roma-Fiumicino

Due settimane, non di più: poi decido io. La Provincia irrompe nella questione relativa alla doppia tariffazione praticata dai tassisti della tratta Roma-Aeroporto di Fiumicino con i piedi di piombo. Un passo indietro per spiegare cosa succede.

Ormai da mesi sono in vigore due tariffe per questo tragitto: una, praticata dai tassisti romani, di 40 euro; l’altra, praticata da quelli di Fiumicino, di 60. 20 euro in più pretesi dai tassisti del piccolo comune alle porte della capitale perché per legge, da roma, devono rientrare senza cliente. A proposito di cilenti: questi ultimi mica possono sceglierselo il taxi: all’aeroporto o prendi il primo della fila oppure ti rimetti in coda.

Gli assessorati competenti dei due comuni non sono riusciti a trovare un accordo, un compromesso in grado di eliminare questa anomalia; figuriamoci se i sindaci, di diverso colore politico, potevano riuscire là dove altri avevano fallito. Come il prefetto Serra, e allora a fare chiarezza ci prova la provincia. Forte di una delega ereditata dalla regione, l’assessore ai trasporti michele civita afferma che in realtà la trattativa continua tra i due comuni: Fiumicino, infatti, sarebbe disposta ad accettare l’abbassamento della tariffa a 40 euro in cambio della possibilità di effettuare altre corse brevi senza perdere il posto in coda. Il no grazie sembra dietro l’angolo, così come l’ultimatum di palazzo Valentini: venerdì è fissato un incontro con i sindacati di categoria dopodichè, se non si dovesse giungere ad un accordo, la Provincia presenterà una proposta che dovrà essere applicata da entrambi i comuni.

 
TAG: taxi
 

[04-04-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE