Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Alemanno e i nuovi vertici Atac

"nessun rischio fallimento per l'azienda di trasporto"

Dopo le dimissioni dell'ad Maurizio Basile e del presidente Legnani dall'azienda municipalizzata di trasporto pubblico ecco le nuove nomine del Campidoglio. Francesco Carbonetti è il nuovo presidente di Atac, Carlo Tosti è il nuovo amministratore delegato e Antonio Cassano è il nuovo direttore generale.

"Abbiamo mantenuto l'impegno di nominare i nuovi vertici secondo un criterio meritocratico e lontano dalle logiche della lottizzazione politica", ha detto il sindaco.   "Non si può più sbagliare e non abbiamo sbagliato - ha aggiunto Alemanno - ci presentiamo con un vertice di Atac che è il migliore possibile e gli diamo un mandato specifico che è quello non solo di risanare l'azienda ma anche di dare al servizio una qualità adeguata alle esigenze del cittadino. Vogliamo far re-innamorare Roma dell'Atac".

E se il sindaco ha tenuto a ribadire che "non c'è nessun rischio di fallimento dell'Atac, la situazione è sotto controllo", l'assessore capitolino alla Mobilità, Antonello Aurigemma si è detto convinto che "i nuovi vertici offriranno la massima disponibilità a portare avanti un lavoro di squadra nell'interesse dell'azienda e dei cittadini".

Dal canto suo, Carbonetti ha assicurato di "mettere ogni possibile energia in questa sfida", Tosti si è detto "onorato di ricoprire quest'incarico" e ha fatto sapere che già da domani la nuova squadra si riunirà per discutere del nuovo Piano industriale. Infine, Cassano si è impegnato a "mettere a disposizione dell'azienda le energie migliori. Non esistono problemi irrisolvibili - ha concluso - esistono problemi che vanno affrontati".
 
 

[28-04-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE