Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rom occupano la basilica di San Paolo

Catarci "sgomberate 2000 persone senza accoglienza"

300 nomadi sono stati sgomberati questa mattina dall'insediamento abusivo a via dei Cluniacensi, a Casal Bruciato, nel V Municipio. 100 di loro si sono accampati nella Basilica di San Paolo e la questione degli sgomberi diventa incandescente. Soprattutto in relazione ai luoghi di accoglienza dei nomadi sgomberati. La maggior parte rifiuta infatti l'accoglienza al Cara di Castelnuovo di Porto ed il rimpatrio assistito.

Se non fosse per la presenza dei numerosi bambini, i rom che da questo primo pomeriggio si sono rifugiati all'interno della Basilica di San Paolo, a Roma, potrebbero essere facilmente scambiati per fedeli. È qui che intendono restare fino a quando non avranno una sistemazione dove potersi insediare. Seduti sulle panche e sulle sedie, oppure in piedi, i tanti che sono stati sgomberati stazionano tranquillamente e senza fare rumore all'interno della chiesa. Non hanno con loro bagagli o masserizie, forse lasciati a bordo delle auto con le quali sono giunti.

RIFIUTO DELL'ACCOLGIENZA - A donne e bambini è stata offerta assistenza presso il Cara di Castelnuovo di Porto, ma nessuno di loro ha accettato. Agli abitanti del campo di via dei Cluniacensi - per il 60% minori - ha spiegato il delegato del sindaco per le politiche per la Sicurezza, Giorgio Ciardi, presente alle operazioni di sgombero "è stato offerto anche il rimpatrio assistito in Romania, ma preferiscono tornarci con i pullman, perchè nel primo caso non avrebbero più la possibilità di rientrare in Italia".

ALEMANNO - "Non tutti gli immigrati sono in condizioni disperate e spesso la scelta della baracca come sistemazione e' una scelta di carattere economico", ha detto il sindaco. "Cosa significa che molte persone sgomberate dai campi abusivi rifiutano l'accoglienza offerta dal Campidoglio? - ha aggiunto - Significa che non sono nelle condizioni disperate che Sant'Egidio s'immagina: spesso la scelta di andare in una baracca e' una scelta di reddito, fatta per evitare di pagare l'affitto".

CATARCI - "Chiediamo al sindaco Alemanno di invertire di 360 gradi questa politica persecutoria dannosa per la città e per i rom e alla basilica di San Paolo un atto di benevolenza e accoglienza alla vigilia di Pasqua". Così il presidente dell'XI Municipio Andrea Catarci, presente all' occupazione da parte dei Rom alla basilica all'Ostiense. "Si tratta - afferma Catarci - di una disperata richiesta di aiuto. Sono persone silenziose, educate che non stanno creando problemi". Il presidente dell'XI municipio ricorda inoltre che in questi giorni sono state sgomberate forzatamente circa 2 mila persone senza che venisse fornita loro un'alternativa. "Si è creata così - ha sottolineato - una situazione intollerabile controproducente per l'obiettivo che si vuole raggiungere. Il sindaco ha promesso di fare altri sgomberi ma queste sono le conseguenze visibili".
 
 

[22-04-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE