Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Cantieri, allarme lavoro nero

Il 5% dei lavoratori edili non č in regola

Secondo l'Osservatorio comunale sull'occupazione, il 5% dei lavoratori edili non è in regola. E crescono le segnalazioni di illegalità. Si va dalla carenza delle documentazione all'assenza dei servizi igienici

Sono state ispezionate le attività di 151 ditte e 276: crescono le segnalazioni di irregolarita'. Tra le anomalie registrate con maggiore frequenza nei cantieri, vi sono l'assenza o l'incompletezza di documentazione, la mancanza di strutture idonee come servizi igienici e equipaggiamenti di primo soccorso, l'utilizzo di ditte subaffidatarie regolarizzato solo in concomitanza dei sopralluoghi.

L'Osservatorio Comunale sull'Occupazione e le Condizioni del Lavoro istituito all'interno dell'Assessorato al Lavoro del Comune di Roma, ha competenze ispettive sui cantieri edili e stradali presenti sul territorio comunale e riguardanti opere pubbliche commissionate dall'Amministrazione e dalle aziende partecipate del Comune di Roma. Inoltre, nel corso delle sue attivita', ha effettuato sopralluoghi anche presso alcuni cantieri di Italgas, Telecom Italia e Tav-Italferr.

I dati pubblicati dall'Osservatorio - si legge in una nota - evidenziano inoltre la vasta presenza di lavoratori edili di nazionalita' rumena nei cantieri della Capitale: circa il 10% delle maestranze è formato da lavoratori neocomunitari, ma la percentuale sale nei casi di sfruttamento registrati: tra i lavoratori in nero denunciati nel corso delle ispezioni, ben il 42% proviene dalla Romania.
 
TAG: lavoro
 

[03-04-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE