Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Traffico di reperti archeologici

denunciato un italiano di 49 anni

Preziosi monili, pezzi archeologici di vario genere tra cui anelli e bracciali, oltre a monete antiche sono stati recuperati a Palombara Sabina dai finanzieri del comando provinciale di Roma. Si tratta, come riconosciuto dalla competente sovrintendenza archeologica, di pezzi di elevato valore storico - archeologico risalenti al periodo Etrusco e all’epoca romana che sono stati rinvenuti al termine di indagini eseguite dalle Fiamme gialle di Tivoli sul commercio clandestino di reperti archeologici nell’area Tiburtina.

Gli oggetti sono stati rinvenuti e sequestrati nel corso della perquisizione eseguita a Palombara Sabina, presso l’abitazione di un cittadino italiano di 49 anni, residente a Tivoli. Durante le operazioni, sono stati sequestrati anche un metal detector e diverse armi bianche, tra cui sciabole e baionette della prima metà del '900 detenute illegalmente.

Sono al vaglio degli investigatori alcuni documenti contabili rinvenuti, attestanti rapporti commerciali con soggetti economici di altri stati, riguardanti oggetti di interesse storico.

L’uomo è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Tivoli per violazioni in materia di ricerche archeologiche e detenzione abusiva di armi.

[13-04-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia