Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Investita e uccisa sulle strisce pedonali. Fermato romano di 21 anni

il giovane "Non l'ho vista. Non volevo ucciderla"

È un giovane di 21 anni, originario di Roma, il pirata della strada al volante di una Fiat Punto nera che ha travolto ed ucciso al Prenestino una ragazza bengalese di 39 anni, mamma di tre figli. "Non volevo ucciderla. Non l'ho vista. Non me ne sono accorto". Si giustifica così il 20enne romano che domenica mattina ha travolto e ucciso la donna sulle strisce pedonali. Il ragazzo è stato bloccato dagli agenti della polizia mentre si aggirava a piedi in stato confusionale nella zona di Villa Gordiani. Il giovane era visibilmente sotto choc. "Non beve e non fuma" dicono alcuni conoscenti "è un bravo ragazzo".

LA DINAMICA - La vittima era sulle strisce pedonali, all'incrocio tra le vie Tor de Schiavi e via Smaldone, quando è stata travolta dall'auto ad alta velocità. Sai rilievi della polizia la Punto nera sembra stesse viaggiando a circa 90 chilometri all'ora. Il corpo della donna è stato scaraventato a venti metri dal punto di impatto. "Sembrava un'auto di Formula uno, un bolide. Ho vistola la ragazza letteralmente volare sul marciapiede opposto. L'auto dopo l'impatto non si è fermata e ha ripreso la sua folle corsa", ha raccontato un giovane. "Qualcuno dopo avere visto tutto ha tentato di inseguire l'auto pirata", ha aggiunto una signora.

L'amico che era in compagnia della 39enne è rimasto sotto shock e ferito lievemente alle gambe.
 
 

[10-04-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE