Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Casapound sgombera il 'Parini'

da Comune e Municipio impegno per le famiglie

Un'occupazione durata una giornata. I militanti di Casapound Italia hanno lasciato la scuola elementare 'Parini' di piazza Capri, a Montesacro, dove avrebbero voluto far insediare 17 famiglie in stato di emergenza abitativa. 

"Si tratta di un edificio pubblico abbandonato da due anni e mezzo - aveva spiegato il vicepresidente di Casapound Italia Andrea Antonini- questa struttura pubblica è in stato di totale abbandono da oltre due anni. I pochi lavori che sono stati fatti sono lavori di consolidamento, interventi di urgenza indispensabili a mettere in sicurezza l'edificio, mentre nessun altro intervento di riqualificazione è previsto nel prossimo futuro".

Nel pomeriggio era giunta la secca smentita del Campidoglio: "In merito all'occupazione dell'edificio di Piazza Capri, a Montesacro, si precisa che vi è copertura finanziaria ed è previsto un intervento di completamento per un importo complessivo di 1 milione e 200 mila euro per ripristinare l'uso scolastico del fabbricato".
Dure le reazioni di diversi esponenti di centro-sinisra e della madre di Valerio Verbano, Carla Zappelli, la cui abitazione si trova a pochi metri dall'edificio scolastico: "Non li voglio qui, non voglio fascisti qui. Ho parlato con tutti, carabinieri, vigili urbani, polizia, non è giusto che vengano a manifestare proprio qui, vicino a casa di Valerio. Non è giusto e non ce li voglio", ha aggiunto. La signora quindi ha partecipato al presidio organizzato da militanti di sinistra, momento in cui un lancio di sassi ha fatto temere lo scontro fra occupanti e manifestanti.

Infine lo sgombero. CasaPound Italia ha lasciato l'occupazione della scuola elementare 'Parini', dopo che Comune e IV Municipio si sono impegnati a trovare una soluzione per le 17 famiglie in stato di grave emergenza abitativa.
 
 

[05-04-2011]

 
Lascia il tuo commento