Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Altre di Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema » Altre di Cinema
 
 

Ma come t'intitoli?!?

Rassegna di film dai titoli fantasiosamente tradotti all'Alphaville Cineclub

La rassegna di pellicole d’autore proposta dal Cineclub Alphaville a partire dal 6 Aprile si concentra sui titoli ingiustamente penalizzati – quando non esplicitamente manipolati – dalla traduzione italiana.
Argomento da sempre dibattuto dagli spettatori, le “traduzioni infedeli” mirano, alternativamente, a rassicurare o a confondere il pubblico – spesso cercando di disorientare nella collocazione della pellicola in un genere preciso.

Gli Anni Settanta sono forse stati l’apice del cattivo gusto in questo campo, con le spericolate traduzioni di “Avanti!” di Billy Wilder (“Cosa è successo tra tuo padre e mia madre?”) e “Domicile conjugal” di Truffaut (“Non drammatizziamo … è solo questione di corna”). Ma se registi come Wilder e Truffaut potevano (e possono) contare su un pubblico fedele alla loro fama, in tempi più recenti si sono viste ben altre traduzioni.

Della rassegna “Come t’intitoli?!? Ovvero del perché in Italia i film stranieri escono con titoli così improbabili” entrano a far parte – è il caso di dirlo “a buon titolo” -  “Se mi lasci ti cancello” di Michal Gondry, in originale “The eternal sunshine of the spotless mind”, da un verso di Alexander Pope. Anche i Fratelli Cohen non sono riusciti a sfuggire all’estro dei distributori italiani: “Intolerable Cruelty” è uscito nelle nostre sale come “Prima ti sposo poi ti rovino”.

Per consultare il programma completo della rassegna e per informazioni:
wwww.cineclubalphaville.it


 
 

[04-04-2011]

 
Lascia il tuo commento