Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ragazza in coma etilico

denunciato chi ha venduto due bottiglie di vodka

Sono stazionarie le condizioni della quindicenne che, la sera dell'entrata in vigore dell'ordinanza anti alcol è stata soccorsa da agenti della polizia per una intossicazione da alcol e ricoverata al Fatebenefratelli dove le hanno riscontrato un coma etilico. La ragazza, come hanno sottolineato all'ospedale, non è in pericolo di vita.

L'adolescente era stata soccorsa dagli agenti in servizio di controllo in via dei Farnesi intorno alle 22. I poliziotti hanno avviato accertamenti per ricostruire la dinamica dell'episodio e risalire, anche attraverso le testimonianze delle amiche, ai locali dove la ragazza già prima delle ore 20, avrebbe iniziato a consumare alcol. Sulla vicenda è intervenuto oggi il sindaco Gianni Alemanno definendo quello dell'adolescente il "comportamento sbagliato di una ragazza che è andata fuori controllo: bisogna trovare chi le ha dato l'alcol, cioè chi ha somministrato bevande alcoliche a una ragazza di 15 anni". Il sindaco ha sottolineato che l'amministrazione può "assicurare che tutto questo non avvenga per strada ma, se una persona entra in un locale e trova qualche sciagurato che gli da' l'alcol anche se non ha l'età oppure si ubriaca a casa, siamo sul piano che attiene ad altro genere di interventi".

Sempre nei luoghi della movida, a San Lorenzo, ieri sera un ragazzo di 25 anni è stato accoltellato alla testa e alla schiena davanti a un locale di Via degli Ausoni. A quanto ricostruito dalla polizia, il giovane era intervenuto per sedare una lite tra due persone quando uno dei due lo ha colpito con un coltello prima di darsi alla fuga. Sulla vicenda indaga la polizia. Il ragazzo, romano, non è in gravi condizioni ed è ricoverato all'Umberto I con 25 giorni di prognosi.

DENUNCIATO COMMERCIANTE - In serata è stato denunciato per la vendita a minori di bevande alcoliche il titolare di un negozio di vini e liquori della zona Porta Pia che ha venduto due bottiglie di vodka alla ragazza. Gli agenti del commissariato Trevi, guidati da Lorenzo Suraci hanno ricostruito la dinamica. Anche grazie alle testimonianze rese da alcune coetanee della minore, è emerso che le agazze hanno acquistato la vodka subito dopo la scuola, consumandole poi in serata.

[04-04-2011]

 
Lascia il tuo commento