Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

A cena con il padre, poi lo uccide

aurelio, il killer ha 21 anni

il villino dove è avvenuto l'omicidio

Venti coltellate al padre che lo aveva rimproverato per aver perso il lavoro in officina. Così Luca Marano, 21 anni, ha massacrato il papà Salvatore, di 57 anni, elettrauto, nella sua abitazione in via Pio IX, alla Pineta Sacchetti. L'allarme è stato dato dalla cognata della vittima che abita al piano di sopra.

"Ho udito dei rumori, pensavo fossere ladri" ha riferito al 113, invece gli agenti hanno trovato il corpo di Salvatore Marano riverso in corridoio e il figlio, sotto choc con il coltello ancora in pugno "Abbiamo avuto un confronto tra uomini" ha detto il ragazzo agli investigatori prima di essere arrestato.

Luca Marano non ha opposto resistenza, gli agenti lo hanno disarmato e condotto in questura per l'interrogatorio. Il ragazzo è stato fermato con l'accusa di omicidio volontario aggravato. Agli investigatori i familiari della vittima hanno descritto la vita del ragazzo, solitamente "tranquillo e riservato" ma da mesi entrato in crisi probabilmente per un forte stato depressivo.

 
 

[01-04-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE