Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cortometraggi
 
» Prima Pagina » Cinema » Cortometraggi
 
 

Nastri d'Argento del Cortometraggio: tutti i vincitori

Premiati a Cortina i migliori cortometraggi italiani 2010-2011

Gran finale dei Nastri D’Argento del Cortometraggio Sabato 26 Marzo all’Audi Palace di Cortina. Ospite del festival Cortinametraggio, l’annuale appuntamento promosso dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani ha premiato i migliori cortometraggi italiani, dopo due giorni di proiezioni delle opere candidate e di altre proposte “in vetrina”.

In sala alcuni degli ospiti della manifestazione e altri arrivati apposta per le premiazioni. Presenta la serata una simpatica Diane Fleri, sul palco la Presidente del SNCGI Laura Delli Colli (impagabili i duetti con la Fleri) e un tris di giovani attrici italiane: Sabrina Impacciatore, Valentina Cervi e Isabella Ragonese.
A consegnare i premi salgono sul palco anche i registi Valerio Mieli e Paolo Genovese, Ricky Tognazzi e Jane Alexander.

Miglior Corto Italiano è “Habibi” di Davide Del Degan, assente perché impegnato sul set, film ambientato in un non identificato stato arabo ma dedicato alle vittime di tutte le guerre. Attraverso la storia di due ragazzi di strada e di uno sconosciuto intenzionato a passare il confine, Del Degan realizza un “piccolo film” interamente compiuto che si aggiudica il Nastro d’Argento 2010-2011.
Il Nastro d’Argento per la Miglior Regia va a Ferdinando Cito Filomarino per “Diarchia”, cortometraggio interpretato (in francese) da un tris di attori noti: Riccardo Scamarcio, Louis Garrel e Alba Rohrwacher. Bellissima anche la fotografia di Daria d’Antonio, premiata con una menzione speciale anche per il suo lavoro in “Armandino e il MADRE”.

Nicola Nocella porta a casa il Nastro come Miglior Attore per la sua interpretazione in “Omero-Bello-Di-Nonna” di Marco Chiarini, consegna il premio Marcello Foti Direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia. A Chiarini va invece una delle molte menzioni speciali di questa edizione “per il complesso delle qualità tecniche e artistiche” del suo cortometraggio, prodotto dal progetto PerFiducia di Intesa San Paolo.
Nastro d’Argento speciale al “talento rivelazione dell’anno” a Laura Bispuri, in concorso con ben due cortometraggi: “Passing Time” e “Biondina”, in attesa di poter esordire anche nel lungometraggio.

I Nastri 2011 guardano al futuro e incoraggiano i nuovi autori e le nuove carriere di professionisti già affermati: Valeria Golino vince, con la sua opera prima “Armandino e il MADRE”, il premio come Miglior Regista Esordiente.
Menzioni speciali anche all’intenso “Rita” di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia e al produttore Massimo Cristaldi – che ha accompagnato il cortometraggio a Cortina insieme ai registi – per “il successo anche internazionale del film”.
Riconoscimenti al soggetto e alla sceneggiatura rispettivamente per “Vomero Travel” di Guido Lombardi e “Come si deve” di Davide Minnella.

Tra i prodotti più interessanti presentati nelle selezioni dei Nastri ricordiamo i corti d’animazione “Aritmetique” di Giovanni Munari e Dalila Rovazzani, “Il Pasticcere” di Alberto Antinori, Adolfo Di Molfetta, Giulia Landi, Eugenio Laviola (entrambi prodotti dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Dipartimento di Animazione) e l’autarchico “Il Pianeta Perfetto” di Astutillo Smeriglia. A sorpresa l’originale proposta di Smeriglia vince, meritatamente, la Targa per il Miglior Corto d’Animazione.

Per consultare la lista dei corti finalisti e la cinquina dei candidati visitare il sito:
www.cinegiornalisti.com
 
 

[30-03-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE