Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sport Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma
 
 

La Roma verso gli americani di Thomas Di Benedetto

l'italo americano arriva in cittā, oggi la firma

 Thomas DiBenedetto sbarca a Roma, ecco le prime parole all'aeroporto di Fiumicino del probabile nuovo patron della squadra giallorossa: "I am very happy to be in Rome. Forza Roma, forza Roma". Poche parole strappate all'arrivo da Boston. L'imprenditore guida la cordata americana interessata all'acquisto del 60% della Roma, ed è arrivato in città per definire gli ultimi passaggi della trattativa.

La società presieduta ancora da Rosella Sensi con Italpetroli al 51%, è per il restante 49% di Unicredit. DiBenedetto dovrebbe firmare un contratto che prevede per la sua cordata un esborso di 114 milioni di euro pari al 60 per cento della società. Per il suo 40%, invece Unicredit pagherà 76 milioni di euro. Il titolo guadagna subito il 2,22% a 1,21 euro con l'indice di borsa invariato.

Con l'arrivo di Thomas DiBenedetto presso lo studio legale "Grimaldi e associati" è iniziato l'incontro per il passaggio di proprietà della As Roma calcio. L'uomo d'affari statunitense è accompagnato dai suoi legali, mentre a seguire la trattativa per Unicredit, oltre allo studio Grimaldi, saranno gli avvocati dello studio Carbonetti. Partecipano all'incontro, assieme a DiBenedetto, anche Paolo Fiorentino e Piergiorgio Peluso, rispettivamente vicedirettore generale di Unicredit e numero uno di Unicredit Corporate Banking.

ALEMANNO "Squadra resta radicata qui" - "Le squadre dei calcio sono imprese radicate sul territorio, non possono essere portate via. Sarà una realtà radicata sul territorio e anche il presidente di trasferirà a Roma, quindi la capitale avrà un imprenditore in più. Siamo molto contenti - ha aggiunto - che sta terminando questa vicenda. Il gruppo imprenditoriale ha una forte caratura internazionale, in grado di trainare la Roma non solo a livello nazionale ma in tutto il pianeta. Entro domani - ha riferito il sindaco - dovrei incontrarli. So che ambiscono ad una collaborazione della città per sviluppare la squadra e noi non ci tireremo indietro perchè ci teniamo che ci sia una Roma forte e in grado di entusiasmare i tifosi della capitale".
 
 

[28-03-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE