Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Si fingevano poliziotti per derubare turisti

arrestati quattro romeni

Si fingevano poliziotti per derubare i turisti, chiedendo l’esibizione dei documenti. Ma una volta che avevano i portafogli in mano rubavano il denaro. Un’operazione congiunta tra i commissariati Castro Pretorio, Viminale e la polizia ferrovia ha permesso di smascherare una banda di quattro romeni.

Il sistema era semplice: puntavano le vittime nelle zone turistiche o vicino agli alberghi più lussuosi. Uno di loro si fingeva uno straniero in visita a Roma, chiedendo informazioni. Poi l’arrivo degli altri tre nei panni di poliziotti in borghese; esibivano documenti romeni, impossibili da riconoscere per un turista e anche per la velocità con cui mostravano i presunti tesserini.

Le vittime, seguendo il comportamento arrendevole e collaborativi del palo, consegnavano i portafogli ai malviventi. A essere derubati erano prevalentemente turisti che si muovevano autonomamente rispetto a chi era accompagnato da grandi gruppi con le guide, soprattutto asiatici. In pochi minuti la banda metteva a segno i colpi. Durante un pedinamento i quattro sono stati colti in flagranza di reato.

Stamattina il processo per direttissima. Due sono ai domiciliari e due hanno l’obbligo di firma. Il reato è di furto aggravato. L’opinione dei dirigenti di polizia è che la banda abbia studiato le modalità di azione evitando altri reati come produzione di documenti falsi o sostituzione di persona. Non è la prima volta che a Roma vengono smascherate squadre di finti poliziotti.

[28-03-2011]

 
Lascia il tuo commento