Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Rugby
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Rugby
 
 

Eccellenza: perde la Rugby Roma, la Mantovani Lazio dà spettacolo

Bella vittoria dei biancocelesti che superano il GranDucato Parma facendo un favore ai cugini sconfitti sul campo del Rovigo

Rugby Roma – Priva dell’apertura Rodriguez (per lui brutto infortunio al ginocchio) e sul campo della capolista, la Rugby Roma rimedia una sconfitta senza appello: finisce 24-8 per il Rovigo alla fine di una partita combattuta. Il primo tempo è subito in salita con la meta di Andrea Bacchetti per i padroni di casa: sono passati solo 8 minuti. La trasformazione di Bustos sembra aprire a un pomeriggio relativamente semplice per la capolista Rovigo, ma nella prima frazione la Rugby Roma tiene botta e alla mezz’ora accorcia con la punizione di Vannini, che dalla linea dei 22 spedisce l’ovale tra i pali. Ma per gli ospiti l’illusione di potercela fare si sgretola nei primi minuti del secondo tempo. Protagonista l’estremo del Rovigo, Basson, che prima centra i pali da distanza siderale, poi schiaccia in meta. German Bustos assesta il colpo finale segnano un’altra meta e trasformandola. La segnatura del pacchetto di mischia della Rugby Roma a tempo ormai scaduto serve a poco: i bianconeri tornano a casa a mani vuote. La rincorsa alla zona playoff continua lo stesso, visto che entrambe le squadre di Parma chiudono la XIII giornata senza raccogliere punti.

Mantovani Lazio  - Una Lazio spumeggiante batte in casa 32-22 l’HBS GranDucato Parma e fa un grosso favore ai cugini della Rugby Roma. Tanti punti e tanto spettacolo al Centro Sportivo “Giulio Onesti”. Aprono le danze gli ospiti, con una punizione e una meta. Ma la Lazio è pimpante e nei minuti centrali del primo tempo trova tre segnature: il capitano Ventricelli e un doppio Manu portano in orbita i biancocelesti, e il GranDucato non può fare altro che tenersi aggrappato con i due piazzati di Jones. Nel secondo tempo succede poco: girandola di cambi in entrambe le formazioni ma tabellino a lungo invariato. Botti finali solo allo scadere, con la meta di Mortali per il GranDucato e di Rota per la Mantovani Lazio. I biancocelesti mettono in cascina cinque punti pesanti, scavalcano il Mogliano e fermano la corsa del GranDucato verso i playoff: la Rugby Roma ringrazia e continua a sperare.

Le altre partite – L’ultimo treno per la salvezza passa per L’Aquila, ma Venezia non ci sale. Finisce 28-15 per i padroni di casa. L’inizio non è dei più incoraggianti, per i lagunari: la seconda linea Van Niekerk si fa ammonire e nei dieci minuti di superiorità L’Aquila va in meta con Crichton. Venezia però non molla e con due punizioni di Canale accorcia e sorpassa i padroni di casa. È un testa a testa: L’Aquila rimette il naso avanti solo allo scadere della prima frazione, con il piazzato di Paolucci; Canale riporta in vantaggio i suoi. Ma il colpo del ko lo piazzano i padroni di casa con le mete di Stapleton e di nuovo Crichton, entrambi a segno nel giro di quattro minuti. Inutili le due punizioni di Canale, anche perché allo scadere arriva la quarta meta per i padroni di casa. Pomeriggio perfetto per L’Aquila, che allunga di 5 punti sui diretti avversari. Per Venezia non rimane altro che aspettare che anche l’aritmetica la condanni.
Prato riprende a correre dopo la sconfitta di domenica scorsa che era costata il primo posto in classifica: vittoria per 24-42 sul campo del Mogliano. Primi minuti di equilibrio (alla meta di Chiesa per Prato risponde quella di Candiago per i padroni di casa) ma è solo un abbaglio perchè tra il 25° e il 35° Prato piazza una tripletta che stende l’avversario: mete di Majstorovic, Patelli e ancora Majstorovic. Wakarua le trasforma tutte e partita chiusa già alla fine del primo tempo. Il Mogliano ci prova lo stesso, a raddrizzare il match: ma le segnature di Saviozzi e Simion sono buone solo per accorciare e conquistare il punto bonus. Prato rosicchia un punto alla capolista Rovigo.
Nel posticipo domenicale, a fare un altro favore alla Rugby Roma ci pensa il Petrarca Padova che sul campo del Banca Monte Parma Crociati si impone 23-33, allungando a +7 proprio sui crociati. Padova va sotto di dieci punti, ma completa il sorpasso già alla fine del primo tempo e scappa via. Una sconfitta pesante, quella dei padroni di casa, che rimangono fermi a 38 punti in classifica. I punti che separano la Rugby Roma dal quarto sono sempre 6: i bianconeri possono continuare a sperare.

Eccellenza – XIII giornata
L’Aquila Rugby 1936 - Casinò di Venezia 28-15
Mantovani Lazio - HBS GranDucato Parma 32-22
Marchiol Mogliano - Estra I Cavalieri Prato 24-42
Femi CZ Rovigo Delta - Futura Park Rugby Roma 24-8
Banca Monte Parma Crociati - Petrarca Padova 23-33

Classifica  
Femi CZ Rovigo Delta 48 ; Estra I Cavalieri Prato 47 ; Petrarca Padova 45 ; Banca Monte Parma Crociati 38 ; HBS GranDucato Parma 34 ; Futura Park Rugby Roma 32 ; Mantovani Lazio 1927 23 ; Marchiol Mogliano 20 ; L’Aquila Rugby 1936 15 ; Casinò di Venezia 0*

(* quattro punti di penalizzazione per mancata attività giovanile) 

Antonio Scafati

[27-03-2011]

 
Lascia il tuo commento