Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Politici, attori e nobili romani vittime di una truffa

operazione della Finanza, cinque arresti

Principesse, vip e professionisti; ci sono molti nomi noti della Roma bene tra le vittime di una presunta truffa messa in piedi da un'organizzazione finanziaria, con una sede lussuosa in pieno centro di Roma. La truffa, che secondo gli inquirenti ammonta ad un totale di circa 170 milioni di euro, è stata smantellata dagli uomini delle Fiamme gialle. Sono cinque in tutto gli arrestati, altrettanti gli indagati in una inchiesta della Procura di Roma iniziata nell'ottobre del 2009.

Il gruppo, la Egp Italia, era riuscita ad attrarre i risparmi di una clientela tanto varia quanto selezionata, da oltre vent'anni -secondo gli inquirenti- truffava i clienti promettendo interessi altissimi (anche fino al 10%) a fronte dei loro investimenti. Cinque persone sono accusate di aver creato una organizzazione che si occupava di raccogliere risparmi illecitamente, ossia senza avere i requisiti previsti dalla legge. Nei loro confronti si ipotizzano i reati di associazione per delinquere di carattere transnazionale finalizzata ai reati di abusivismo finanziario, al compimento di reati di truffa e di appropriazione indebità.

I VIP - Molti i nomi "noti" vittime del gruppo: Sabina Guzzanti, Massimo Ranieri, l'ex calciatore della Roma Stefano Desideri, la principessa Claudia Ruspoli. Alcuni dei clienti truffati, come Ranieri e Desideri, non hanno sporto querela, altri ancora, invece hanno deciso di rivolgersi ai magistrati come esponenti della nobiltà quali Gloria Helen Von Heuduck, Maria Carla Clavet di Briga, Alessandro D'Aste Stella. Singolare il caso di Sabina Guzzanti che, a fronte di 408 mila euro consegnati agli operatori, ne ha recuperati 380 mila, con una perdita di 28 mila euro. Tra i clienti del gruppo anche Samantha De Grenet, Paolo Guzzanti e l'avvocato Titta Madia.

IL SISTEMA DELLA TRUFFA - Gli arrestati, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, avrebbe conquistato la fiducia sul mercato con operazioni che effettivamente avevano portato un guadagno ai risparmiatori. Il denaro raccolto veniva investito in strumenti finanziari attraverso società presenti nel Regno Unito ed in Irlanda, risultate essere abusive. Gli arrestati avrebbero proposto "indebitamente" ai clienti di aderire allo scudo fiscale ed hanno trasferito oltre 600 posizioni abusive (per un totale superiore a 170 milioni di euro) ad un'impresa di investimento francese, la Europenne de Gestion Prive (Egp), con succursale in Italia, posta attualmente in liquidazione coatta dal ministero dell'Economia per gravi irregolarità e radiata dall'albo francese degli intermediari finanziari nel dicembre scorso. Il Gip ha, inoltre, disposto il sequestro preventivo di beni mobili ed immobili per un valore complessivo di 170 milioni di euro, equivalente all'ammontare del danno economico procurato dagli indagati. Non tutti i clienti sono stati truffati. A molti sono state restituite le somme investite, ad altri no, altri ancora hanno ricevuto somme inferiori a quelle consegnate.
APPLE: IPAD 2 IN ITALIA, FAN IN CODA E LA CRONACA SUI BLOG
CRO S43 QBXL APPLE: IPAD 2 IN ITALIA, FAN IN CODA E LA CRONACA SUI BLOG (ANSA) - ROMA, 25 MAR - Oggi è il giorno dello sbarco dell'ipad 2 in Italia: i fan della nuova versione della tavoletta della Apple sono già in coda davanti agli store di Milano (uno da ieri pomeriggio) e Roma in attesa che il gadget possa essere disponibile per l'acquisto, dalle 17 di oggi. Molti già mi commenti in rete e i 'liveblog' dei fanatici del gadget della mela morsicata: postano foto, brevi filmati delle code, e la cronaca dell'evento di oggi. «La fila è ancora ordinata e contenuta. Gli addetti alla sicurezza stanno già allestendo le transenne. Nel frattempo abbiamo avuto modo di appurare che la maggioranza è propensa ad acquistare la versione di colore bianco», scrive l'inviato speciale a Milano di ipadevice.com che promette la telecronaca anche da Roma l'altro store monomarca dove si può trovare l'iPad 2, insieme a Bergamo e Torino. Ma l'attesa è documentata sul web da altri blog e attraverso le pagine Facebook personali, una febbre che contagia tutti fan nel mondo di Cupertino, come abbiamo già visto nelle scorse settimane negli Stati Uniti, il primo paese dove è stato lanciato l'iPad 2. Ma il tablet è diposnibile anche nei rivenditori autorizzati Apple e dalle 2 di questa mattina online su apple.com/it. (ANSA). SAM 25-MAR-11 09:55 NNN

[25-03-2011]

 
Lascia il tuo commento