Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Trasporto pubblico, sciopero dopo il black out

Veltroni vuole chiarimenti sulle respomsabiità

Dopo i disagi alla viabilità, le targhe alterne e il blocco della Metro A per più di 6 ore, ancora una giornata critica per chi si deve spostare in città.

Dalle 9 alle 14 la manifestazione in centro da piazza della Repubblica fino a Sant'Andrea della Valle ha creato disagi alla circolazione, deviate 45 linee di bus. Lo sciopero indetto da parte dei lavoratori della Tevere TPL ha fatto il resto, stop per 71 linee. Dalle 8,30 alle 17 e dalle 20 fino alla fine del servizio.

Intanto il sindaco Veltroni ha sollecitato un’indagine immediata per chiarire cosa è successo ieri nella Metro. Nove ore di stop che hanno diviso in due la città, con la metropolitana di Roma ha vissuto una delle sue giornate più nere e con lei migliaia di cittadini rimasti intrappolati nel traffico. La linea a è rimasta interrotta fra arco di travertino e termini, in entrambe le direzioni, dall’inizio del servizio alle 14:30.

Una misura precauzionale decisa dopo che gli operai che nella notte effettuano i lavori di impermeabilizzazione delle gallerie hanno notato il cedimento di un concio: vale a dire un blocco di cemento lungo circa un metro che rischiava di cadere sui binari e di danneggiare la linea elettrica. Il piano di emergenza con i bus sostitutivi è scattato prontamente, ma tutta la parte est della città è rimasta inevitabilmente paralizzata.

Come se non bastasse, anche per la linea B quella di ieri non è stata una giornata felice: abbassamenti di tensione dovuti a lavori di manutenzione all’acea hanno mandato i treni a rilento, con il conseguente sovraffollamento delle stazioni.
La metropolitana romana continua insomma ad essere nell’occhio del ciclone: ad ottobre il tamponamento a piazza vittorio, poi il guasto fra colosseo e cavour, a gennaio le esalazioni a repubblica. Tutto questo mentre i cittadini non sembrano affatto soddisfatti dei mezzi di superficie.

 
 

[30-03-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE