Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Il Nabucco al Teatro dell'Opera

si chiudono le celebrazioni per il 150° anniversario dell'Unità

Con la direzione di Riccardo Muti al Teatro dell’Opera si sono concluse le celebrazioni romane del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Il maestro, nonostante la rinuncia della direzione del teatro, torna a Roma per la giornata dedicata all’unità nazionale.

Ad assistere al “dramma" di Verdi il “Nabucco” c'erano le più alte cariche dello Stato: dal presidente della Repubblica Napolitano al premier Berlusconi, mentre a fare gli onori di casa è stato il sindaco Alemanno.

La sala del Teatro dell’Opera è stata addobbata nei palchi con tricolori e ritratti dei padri della patria mentre la facciata e’ stata illuminata con le luci del tricolore. L’opera risorgimentale per eccellenza di Verdi è stata preceduta dall’esecuzione dell’inno italiano.

“Il Nabucco”, che riporta in note i valori del Risorgimento, è stata la manifestazione musicale più importante e rappresentativa per il 150° anniversario.

Lunghi minuti di applausi hanno accompagnato il termine dell'opera in quattro atti, che ha emozionato la platea soprattutto durante il ''va, pensiero, sulle ali dorate''.

Nel finale i lavoratori del Teatro dell'Opera –nonostante l’impegno di Tremonti ad affrontare il problema - hanno mostrato due striscioni: il primo contro i tagli del Fondo Unico dello spettacolo, l’altro in onore del maestro Muti.
 
 

[18-03-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE