Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

Legionella all'Umberto I

riaprono le sale operatorie

Le 4 sale operatorie che erano state chiuse per la presenza di legionella nelle condutture idriche del dea sono tornate regolarmente in funzione e non perché l’allarme sia rientrato visto che il batterio è ancora annidato nei vecchi tubi dell’ospedale, ma perché pare che la prevenzione del policlinico possa bastare.


Questo almeno risulta dall’incotro avuto nel pomeriggio tra il direttore generale Ubaldo Montaguti e i manager della asl roma A Carlo Saponetti. Nel blocco operatorio non c è alcun rischio di contagio – ha detto Montaguti - anzi prolungarne la chiusura mette ancora più a rischio la salute dei degenti costretti a pericolosi spostamenti in altre aree operatorie". Dal canto suo la Asl Roma A, in una nota, afferma che in base ai risultati forniti dall’Arpa i batteri di salmonella individuati nei rubinetti delle sale operatorie sono "scarsamente contagiosi".

Ma l’annuncio delle riapertura delle sale era già stata data dallo direttore generale questa mattina in un oncotro avuto con l’assessore regionale alla sanità augusto battaglia. Tutto all’indomani della scoperta del batterio ancora annidato nel nosocomio e dell’iscrizione nel registro degli indagati di 4 persone, due medici dell’ospedale e due funzionari della sl roma a
Intanto gli accertamenti disposti dalla magustratura vanno avanti..per ora un’unica certezza: sotto accusa ci sono le vecchie condutture del policlinico incrostate e piene di calcare dove l’acqua ristagna e il microbo prolifera.

 
 

[30-03-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE