Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio all'Esquilino, in via Principe Amedeo

assassinio dopo una lite per soldi

E’ ancora a piede libero l’assassino del cittadino cinese di 30 anni ucciso ieri a coltellate in un cortile di via Principe Amedeo, all’Esquilino.

L’aggressione mortale, avvenuta verso le 15, sarebbe stata il culmine di una lite per soldi; la vittima, secondo le indagini, aveva una vera e propria  passione per il gioco d’azzardo e molti debiti. La mancata restituzione del denaro sarebbe stata all’origine della lite, sfociata poi nell’omicidio.

L’assassino, un connazionale della vittima,  avrebbe però le ore contate: la polizia conoscerebbe già il suo nome, visto che il killer è stato visto da  una donna  fuggire dal luogo dell’omicidio con il coltello in mano.

La testimone è stata individuata al termine di una lunga serie di interrogatori da parte della polizia; al Commissariato Esquilino sono sfilati un centinaio di cittadini cinesi che abitano o lavorano nella zona.

Gli agenti hanno dovuto fare i conti con il muro di omertà alzato dalla maggior parte delle persone sentite in commissariato, ma sono riusciti però ad ottenere la collaborazione di una ragazza cinese il cui racconto sembra essere decisivo per arrivare ad arrestare l’assassino. 

[16-03-2011]

 
Lascia il tuo commento