Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Tassista e rapinatore d'albergo

arrestato dalla polizia

Un tassista è stato arrestato con l'accusa di aver rapinato la reception di un albergo della capitale lo scorso 20 febbraio. L'uomo è stato fermato dagli uomini del commissariato Monte Mario, che hanno svolto le indagini assieme alla squadra mobile. Il tassista, con precedenti penali, tre settimane fa entrò in un hotel di via degli Scolopi, nella zona Nord di Roma, e dopo aver minacciato l'addetta della reception e averla colpita al volto, si fece consegnare 450 euro.

Un altro dipendente tentò di bloccarlo, ma fu minacciato con un coltellino multiuso. Il rapinatore fuggì poi a bordo del suo taxi, di cui un terzo dipendente dell'albergo notò un particolare: non aveva i cerchioni. Questo, assieme alla descrizione fisica del tassista, è stato decisivo per le indagini. Nei giorni successivi, anche usando le immagini delle telecamere di sorveglianza, gli agenti sono riusciti a rintracciare quattro veicoli corrispondenti al modello segnalato. Da ulteriori riscontri sono risaliti agli intestatari dei taxi. L'attenzione è stata quindi rivolta su uno di questi con precedenti penali.

L'uomo è stato riconosciuto dalla vittima e dai due testimoni e la magistratura ha emesso a suo carico un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.

L'Adoc chiede subito la revoca della licenza - L'Adoc chiede "l'immediata revoca della licenza" al tassista arrestato a Roma con l'accusa di aver rapinato la reception di un albergo il 20 febbraio scorso. "Chiediamo l'immediata revoca della licenza per il tassista rapinatore - spiega Carlo Pileri, presidente dell'Adoc - è accaduto un fatto intollerabile, per cui non può esserci altra soluzione. Siamo preoccupati, inoltre, per il fatto che il tassista arrestato avesse precedenti penali, vi è stato un potenziale pericolo per tutti i suoi clienti".

[15-03-2011]

 
Lascia il tuo commento