Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Giudiziaria
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma » Cronaca Giudiziaria
 
 

Processo Bianchini: chiesta nuova perizia psichiatrica

Si del giudice alla perizia mentale, ma negato un nuovo esame dna

Nuova perizia psichiatrica per Luca Bianchini, l’uomo accusato, in primo grado, di essere lo stupratore seriale che tra la primavera e l’estate del 2009, violentò alcune donne, aggredendole nei garage condominiali di alcuni palazzi in zona Ardeatina e Bufalotta, e per questo condannato a 17 anni di carcere. Oggi, nella prima udienza in Corte D’Appello a Roma, il giudice ha stabilito di doversi procedere a una seconda perizia psichiatrica per accertare se Bianchini fosse realmente in grado di intendere e di volere al momento degli stupri. Negate invece le richieste degli avvocati della difesa su ulteriori esami del dna, già effettuati durante il processo di primo grado, e ritenuti dalla corte pienamente attendibili.


Stefano Pesce
 
 

[10-03-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE