Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Blitz della Finanza: sequestrati 40 milioni di beni mafiosi

la Dia lancia l'allarme sulle infiltrazioni mafiose nel Lazio

Blitz degli uomini della guardia di Finanza che, dalle prime ore dell’alba e impiegando circa 200 uomini, hanno sequestrato beni per ben 40 milioni di euro riconducibili ad esponenti dell'ndrangheta calabrese del clan Muto.

Secondo i magistrati, si tratta di beni acquistati con proventi di attività illecite. I baschi verdi hanno sequestrato immobili, terreni, auto di lusso ma anche società con sedi a Roma. Tra i beni sequestrati, anche una villa con piscina all'Infernetto.

Le indagini sono state eseguite dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma, sotto il coordinamento della locale Direzione Distrettuale Antimafia.

A proposito di infiltrazioni mafiose nel territorio; è di oggi l’allarme lanciato dalla Direzione nazionale antimafia. Secondo i magistrati l’organizzazione più temibile e potente sarebbe proprio l’ndrangheta. I clan di stampo mafioso avrebbero interessi soprattutto al centro e al nord Italia. Lo dimostra anche l’aumento dei delitti, tra il luglio 2009 e giugno 2010, legati a corruzione e a criminalità organizzata. Secondo la Direziona nazionale antimafia, il valore del riciclaggio complessivo delle organizzazioni mafiose ammonta ad una cifra impressionante:ben 118 miliardi di euro. Di questo patrimonio si calcola un netto, diciamo così di denaro “pulito”, stimato attorno ai 90 miliardi. Di questo vero e proprio patrimonio, la metà deriverebbe da attività illecite legate all’ndrangheta.

[09-03-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia