Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Giudiziaria
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma » Cronaca Giudiziaria
 
 

Partentopoli: lo scandalo della Gemma

Pedica presenta esposto in Procura

"Ho appena depositato nell'ufficio Primi Atti della Procura di Roma, come un normale cittadino, un esposto in merito allo scandalo della Gemma: l'assorbimento di un ente pubblico di oltre cento persone che erano state assunte presso la società, fallita, che gestiva per il Campidoglio le pratiche del condono edilizio". Queste le parole dell’esponente del senatore dell’Idv Stefano Pedica in merito a quella che, secondo lui, potrebbe essere una seconda parentopoli, una “Tangentopoli del terzo millennio”.

La vicenda Gemma – Una lista di 105 nomi di lavoratori assunti tra giugno 2009 e febbraio 2010, con contratti triennali, da Gemma, la società che per anni ha gestito per il Campidoglio le pratiche del condono edilizio. Poi il fallimento e la chiamata diretta del Comune di Roma, secondo un accordo stipulato nel 2009 tra Comune e sindacati il quale stabiliva che, nel caso in cui Gemma avesse chiuso, sarebbe stato il Campidoglio ad assorbire i lavoratori. Come per il caso Ama quindi, anche qui si contesta la “chiamata diretta”, una pratica non più legale dopo l’entrata in vigore della Legge Brunetta sulle assunzioni.

Pedica - L'esponente dell'Idv ha annunciato che nelle prossime settimane presenterà altri esposti che riguarderanno Ater, Enasarco e Rai e la vicenda dello stoccaggio dei rifiuti. "Speriamo che nessuno voglia chiudere il coperchio su questa situazione - conclude Pedica -.  Noi siamo dalla parte dei cittadini e vogliamo fornire alla magistratura, che già ha avviato alcune inchieste, nuovi elementi di indagine".

Stefano Pesce

 
 

[08-03-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE