Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

A Roma 8000 rifugiati politici

che vuol dire "stato di rifugiato", chi merita accoglienza?

Il rifugiato è una persona in pericolo di vita, costretta a fuggire dal proprio paese per un fondato timore di persecuzione a causa della sua razza, religione, nazionalità, per il gruppo sociale a cui appartiene, per le sue opinioni politiche, secondo la definizione contenuta nella convenzione di ginevra del 1951 a cui hanno aderito 145 stati. Il rifugiato non sceglie di spostarsi alla ricerca di migliori opportunità di vita, ma è costretto ad abbandonare la sua casa e a trovare protezione fuori dal proprio paese.

Attualmente i rifugiati a Roma sono circa 8000, a dispetto di soli 1.000 posti di accoglienza. In Italia sono quasi 50mila, pochi rispetto ad altri paesi dell’Unione europea. La Germania ne ospita 580mila, il Regno Unito 290mila. Nei Paesi bassi risiedono 80mila rifugiati, in Francia 160mila.

In Italia il diritto di asilo è garantito dall’art. 10, comma 3 della costituzione che recita: “lo straniero al quale sia impedito nel suo paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla costituzione italiana, ha diritto d’asilo nel territorio della repubblica, secondo le condizioni stabilite dalla legge”.

Inoltre, nel 2008 in materia di asilo sono entrati in vigore due decreti, il decreto qualifiche e il decreto procedure, in attuazione alla direttiva europea del 2004.
 
 

[03-03-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE