Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Brevi di Politica
 
» Prima Pagina » Politica Roma » Brevi di Politica
 
 

Le 13 proposte della Lista Marchini per migliorare la cittā

1)    IL LAVORO NEL PUBBLICO A CHI SE LO MERITA
Assunzioni nelle aziende capitoline solo tramite concorso pubblico
Per evitare ancora scandali e ‘Parentopoli’, il merito sarà l’unico criterio di selezione per le aziende comunali e partecipate: basta chiamate dirette, solo concorsi per le nuove assunzioni.

2)    BASTA VIA CRUCIS PER UN PEZZO DI CARTA
Fare un certificato non sarà più un'impresa impossibile
Semplifichiamo le procedure e la burocrazia per migliorare la vita dei cittadini, artigiani, imprese e associazioni.

3)    I SERVIZI DOVE SERVONO DAVVERO
Abolizione delle auto blu e spostamento autisti su trasporto disabili e scuolabus
Le 249 auto blu, di rappresentanza e servizio, ci costano oltre 17 milioni di euro l’anno. Aboliamole e spostiamo gli autisti sui servizi realmente utili ai cittadini, come il trasporto disabili e il servizio scuolabus, per cui spendiamo quasi 20 milioni di euro annui in appalti esterni e poco efficienti.

4)    TASSE PIÙ GIUSTE
Progressività dell’addizionale comunale Irpef
Attualmente chi ha un reddito di 200mila euro l’anno paga la stessa percentuale di addizionale comunale Irpef di chi ne guadagna 20mila: proponiamo di applicare il principio della progressività, utilizzando una percentuale differente a seconda dello scaglione di reddito.

5)    SPAZI VERDI, DAL DEGRADO ALLO SPORT
“Punti verdi Sport” da assegnare a privati per la realizzazione di impianti sportivi
Individuiamo 45 aree verdi comunali, cinque per ogni municipio, da assegnare, tramite bando pubblico, ad associazioni sportive, enti di promozione sportiva e associazioni culturali per la realizzazioni di impianti sportivi. Le strutture resteranno di proprietà del Comune e saranno affidate in concessione per 30 anni alle società che le hanno realizzate, concedendo loro la facoltà di inserire nei progetti piccole attività commerciali. Nelle fasce orarie mattutine gi impianti sportivi realizzati dovranno essere a disposizione, a titolo gratuito, per le scuole municipali. I soggetti aggiudicatari dovranno occuparsi della cura e della manutenzione del verde, che dovrà occupare uno spazio non inferiore al 25% dell’area in questione e che resterà aperta e accessibile per tutti i cittadini. Il comune non garantirà nessun tipo di fidejussione.

6)    LE CASE AI CITTADINI ONESTI
Abolizione del meccanismo che premia con diritto di prelazione gli occupanti abusivi
Basta premiare chi infrange la legge. I comuni, in base a un regolamento regionale, possono riservare un’aliquota non superiore al 25% degli alloggi pubblici a disposizione per nuclei familiari che si trovino in specifiche e documentate condizioni d’emergenza. Questa quota è attualmente usata dal Comune di Roma per assegnare case popolari in cambio dello sgombero di immobili privati, come avvenuto nel caso degli occupanti abusivi di via Cesare de Lollis, a cui nel 2012 sono stati assegnati il 20% degli immobili disponibili per l’emergenza abitativa.

7)    LOTTA ALL’EVASIONE NEL TRASPORTO PUBBLICO
Obbligo di salita anteriore sui bus e controllore fisso sulle linee più affollate
Sui 230 milioni di euro di entrate annue dalla vendita di biglietti Atac, l’evasione incide per almeno 100 milioni di mancati incassi. Con l’obbligo di salita anteriore e il controllore fisso sulle linee più affollate (almeno venti), possiamo azzerare l’evasione. Introduzione del biglietto elettronico.

8)    UN BILANCIO DI TUTTI
Le proposte dei cittadini per la manovra di Roma Capitale
Prevediamo la realizzazione di un’area, sul sito del Comune di Roma, dove i cittadini potranno verificare le risorse assegnate in bilancio per il proprio municipio e indicare le loro priorità e le loro scelte.

9)    ANAGRAFE DEI LAVORI PUBBLICI
Modifica e implementazione della piattaforma informatica "Info Lavori Pubblici"
Proponiamo una modifica della sezione attualmente attiva sul sito del Comune, chiamata "Info Lavori Pubblici", che presenta poche e superficiali informazioni. Aggiungiamo anche il bando di gara, i riferimenti completi dell'impresa aggiudicataria, il contratto di appalto e la scheda riepilogativa del contratto di cantiere, l'evidenza di garanzie effettivamente prestate, come fidejussioni, lo stato di avanzamento dei lavori ed eventuali lievitazioni dei costi e proroghe dei tempi di consegna con indicazione sintetica delle motivazioni.

10)    PIÙ IMPRESE, PIÙ LAVORO, PIÙ START UP
Uffici e utenze per le migliori idee nell’innovazione tecnologica, cultura e turismo
Premiamo chi ha voglia di mettersi in gioco e facciamo diventare Roma la capitale delle nuove imprese. Individuiamo tra gli immobili di proprietà comunale un luogo che ospiti la “Casa dello Start Up”, predisponendo piccoli uffici (30-40 mq) con utenze e collegamento internet gratuiti, da assegnare per 24 mesi tramite bando pubblico a ditte individuali, imprese e associazioni i cui titolari abbiano meno di 40 anni, per premiare le migliori idee nel campo dell’innovazione tecnologica, della cultura e del turismo, con un diritto di prelazione per i residenti nel territorio comunale.

11)    CULTURA ACCESSIBILE A TUTTI
Una Casa della cultura 2.0 in ciascun municipio
Cultura e Arte daranno lavoro e ci faranno crescere. Istituiamo in ogni municipio di Roma Capitale, in immobili di proprietà comunale, una Casa della Cultura 2.0, gestita dal Comune in collaborazione con l’associazionismo territoriale e fornita di sala prove, teatro, ludoteca, free wi-fi.

12)    CAR E BIKE SHARING A PORTATA DI MANO
Postazioni capillari e diffusi in tutta la città
Implementazione e sviluppo dei sistemi di bike e car sharing, il cui costo sia affrontato grazie a sponsor privati, che preveda minimo 4 punti per ogni municipio e comunque un punto per ciascuna stazione delle linee metropolitane.

13)    UN SISTEMA SU ROTAIA PIÙ EFFICIENTE E INTEGRATO
Roma-Lido e Termini-Giardinetti da trenini a metropolitana e linea tranviaria urbana
Chiediamo il trasferimento della proprietà delle tratte dalla Regione Lazio al Comune di Roma con il conseguente adeguamento agli standard delle linee di metropolitana esistenti.
 
 

[24-03-2014]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE