Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Prima riunione della giunta Marino

"subito una delibera per la "governance" delle municipalizzate, poi dovremo lavorare con la Regione ed impegnarci sul decoro"

Il sindaco Ignazio Marino ha le idee chiare sulle linee politiche da adottare ed i primi provvedimenti di giunta. La riunione di ieri pomeriggio con gli 11 nuovi assessori ed il vicesindaco Nieri, tutti freschi di nomina, è durata poco più di tre ed è servita a porre le basi del lavoro della nuova giunta capitolina. Mercoledì mattina ci sarà una nuova riunione con gli assessori dove Marino presenterà una delibera di indirizzo per la “governance” delle aziende municipalizzate. "Ho preso l'impegno a portare in giunta già mercoledì prossimo un atto di indirizzo sulla governance delle municipalizzate, -ha detto Marino-, da sottoporre poi al consiglio. Siamo preoccupati".

La chiave per amministrare meglio la città, velocizzando le decisioni, -spiega Marino- è quella di un rapporto diretto con la Regione Lazio, anche e soprattutto per quanto riguarda i trasferimenti monetari da parte della Regione verso il Campidoglio. "Chiederò un incontro urgente a Zingaretti con gli assessori capitolino e regionale al bilancio per iniziare a lavorare subito sui trasferimenti Regione-Campidoglio per conoscere le disponibilità del bilancio". "Chiederò a Zingaretti -dice Marino-, anche un incontro con i due assessori ai trasporti per studiare un modello di trasporto pubblico unitario".

E poi ultimo ma non ultimo il decoro urbano. Marino ha chiesto ai suoi assessori un impegno speciale; ovvero armarsi di pennello ed andare in giro per la città a riverniciare i luoghi pubblici. "Abbiamo deciso di avviare una grande stagione di decoro urbano con il coinvolgimento della comunità, della città di Roma". Il primo cittadino ha assicurato che appronterà un piano di appuntamenti, di cui uno "simbolico", con "tutti gli assessori e i dipendenti e rappresentanti dei municipi e il coinvolgimento dei cittadini, per riverniciare tutti i nostri luoghi pubblici: compreremo la vernice e lo faremo noi. Un momento che segni l'avvio di una riappropriazione della città che è bella e tale deve essere mantenuta".

[28-06-2013]

 
Lascia il tuo commento