Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Giunta capitolina, fine settimana decisivo

Marino media con le correnti politiche. Quattro assessorati a tecnici. Legnini rifiuta il bilancio

I prossimi giorni saranno decisivi per il neosindaco Marino per decidere la composizione della nuova giunta di Roma Capitale. La squadra di governo del neosinidaco si dovrebbe conoscere tra lunedì e martedì. Il compito di Marino sembra più difficile di quanto previsto, i partiti suoi alleati sono andati in fibrillazione nel tiramolla col nuovo inquilino del Campidoglio, che deve costruire un difficile equilibrio tra le scelte in autonomia e quelle dettate dalla politica.

Oggi Sel ha incontrato sindaco, domani dovrebbe essere la volta del Partito democratico. La giunta dovrebbe essere composta di quattro o cinque assessori: uno o due assessori del Pd, due Sel (si parla di Gemma Azuni e Luigi Nieri) ed il resto tecnici. Tra questi al bilancio si faceva il nome di Giovanni Legnini, attualmente sottosegretario a Palazzo Chigi. Legnini ha però annunciato di aver rifiutato l'offerta di Marino. ''Sono molto grato al sindaco Marino - dichiara Legnini - per la grande occasione che mi ha offerto chiedendomi di assumere l'importante incarico di assessore al bilancio di Roma Capitale. Ho riflettuto molto e in questi giorni mi sono più volte confrontato con lui e con il segretario del mio partito Guglielmo Epifani, ma non ho ritenuto di privare la mia regione, l'Abruzzo, dell'unica rappresentanza di governo, ne' di ipotizzare il cumulo di incarichi, locale e centrale''. ''Per queste ragioni ritengo di non poter accettare l'incarico".

Un assessorato dovrebbe andare a Luca Pancalli, presidente del comitato italiano paralimpico in Pole Position per il nuovo assessorato alla qualità della vita. All'urbanistica salgono le quotazioni dell'architetto Daniel Modigliani. Il vicensindaco sarà donna e si fanno i nomi di Michela De Biase, Giulia Tempesta, Lorenza Bonaccorsi e Patrizia Prestipino.

[20-06-2013]

 
Lascia il tuo commento