Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Regione Lazio, si dimette l'assessore Varvazzo

Zingaretti: "Scelta che dimostra sensibilità e rispetto per le Istituzioni"

Dopo pochi giorni dall'insediamento in Regione prima scossa d'assestamento per la giunta Zingaretti. Si è dimessa l'assessore alle politiche sociali Paola Varvazzo poiché suo marito, Mario Micucci, è indagato per concussione. Il marito della Varvazzo, funzionario dell'ufficio delle dogane, è accusato di aver preteso una tangente di 30.000 euro per velocizzare il pagamento di alcune fatture della pubblica amministrazione.

Ecco la lettera di dimissioni di Paola Varvazzo: "Apprendo con rammarico, dalle agenzie di stampa, che la vicenda privata di mio marito ha assunto un rilievo mediatico e pubblico, in seguito agli eventi delle ultime ore. Sono sicura che in tutte le sedi si dimostrerà l’innocenza del mio consorte e che tutto si risolverà in una bolla di sapone. Tuttavia, consapevole dell’importanza e della delicatezza del ruolo che ho assunto, solamente lo scorso 21 marzo, nella tua Giunta, e desiderosa di proteggere il mio profilo di servitrice delle Istituzioni ma, soprattutto, la tua esperienza di governo appena avviata da qualsiasi polemica o speculazione, ritengo opportuno rimettere nelle tue mani con effetto immediato il mio mandato di assessore", scrive Varvazzo.

"Comprendo, con rammarico, le ragioni di una scelta che dimostra la tua sensibilità e il tuo profondo rispetto per le Istituzioni. -risponde Zingaretti- Ti ringrazio per questo atto di responsabilità, a tutela del tuo profilo professionale e della nostra esperienza di governo, e sono certo che, come da te sottolineato, questa vicenda potrà risolversi in modo rapido e completo sul piano giudiziario".

Storace e le critiche al Pd romano - "Le dimissioni dell'assessore Varvazzo erano dovute, altro che gesto di responsabilità. Il presidente Zingaretti ha fatto bene a pretenderle, visto che l'inchiesta sul marito presunto tangentista non era certo nascosta in famiglia ma non era stata resa nota - stando a quello che si è appreso - al capo dell'amministrazione regionale. Quel che stupisce, mentre la Varvazzo se ne va con la coda tra le gambe, è la fortissima polemica scatenata stanotte su twitter dal deputato del Pd Marroni che approfitta dello scivolone alla regione Lazio per togliersi un sassolino contro Zingaretti. Le primarie di domani nel Pd romano sono sempre più una resa dei conti".

[06-04-2013]

 
Lascia il tuo commento