Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Le nomine della Polverini dopo le dimissioni, Zingaretti annuncia ricorso al Tar

dopo le dimissione l'ex governatric ha firmato decine di "investiture"

Sarà il primo atto del nuovo governatore del Lazio Nicola Zingaretti. Appena si insedierà in Regione l’ex Presidente della Provincia ricorrerà al Tar contro la valanga di nomine fatte dalla dimissionaria Renata Polverini nei mesi scorsi.
L’ultima poltrona assegnata dall’ex governatrice del Lazio, che si è dimessa a fine settembre, è arrivata addirittura a due giorni dal voto alle regionali: Leonardo Catarci, già responsabile alla Comunicazione della Polverini, è così potuto entrare nel Cda del Festival del Cinema di Roma.

Dal 27 settembre scorso, giorno della firma delle dimissioni dell’ex governatrice, le nomine si sono susseguite quasi senza sosta: investitura di nuovi direttori generali, proroga di contratti in scadenza e chiamata di dirigenti esterni. A dicembre con un decreto firmato dalla Polverini Enrico Zappacosta, ex Ugl, è stato nominato presidente dell’Istituto di assistenza e beneficenza Ipab Sacra famiglia. L’8 febbraio un altro decreto presidenziale ha sancito la nomina nel cda dell'Ipab-Roma Capitale di cinque consiglieri che per statuto sono designati dal Campidoglio, nomi quindi indicati dal centrodestra: Giuseppe Del Prete, Simone Massimilla, Massimiliano Monnanni, Mauro Catenacci e Antonino Molinaro. A metà febbraio arriva la nomina, sempre dalla Regione Lazio, del nuovo presidente di Cotral spa Vincezo Surace. Nonostante le polemiche sulle designazioni sfrenate e gli appelli delle forze politiche ad aspettare l’esito del voto la macchina delle nomine è andata avanti: è però fallito l’ultimo tentativo di battezzare un nuovo presidente di Sviluppo Lazio e Unionfidi.

Sulla regolarità delle decine di investiture sancite dalla Polverini dopo le sue dimissioni si pronuncerà ora il Tar del Lazio a cui, a breve, il nuovo presidente Zingaretti presenterà un ricorso.

[05-03-2013]

 
Lascia il tuo commento