Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Elezioni 2013, italiani al voto il 24 e 25 febbraio

Qualche consiglio utile sulle modalità di voto

di Luca Siliquini

Ormai ci siamo. Le elezioni Regionali 2013 nel Lazio
 sono alle porte, ed è necessario ricordare agli elettori qualche informazione utile in vista dell'appuntamento decisivo. Si andrà al voto domenica 24 e lunedì 25 febbraio 2013 - in contemporanea con le Elezioni Politiche, bene ribadire -. I seggi saranno aperti dalle ore 8 alle ore 22 della domenica e dalle ore 7 alle ore 15 del lunedì. Si eleggerà il Consiglio regionale (composto da 80 consiglieri compreso il presidente della Regione) e il presidente della Regione. Vincerà il candidato che otterrà il maggior numero di voti validi sul territorio regionale. I consiglieri saranno eletti con criterio proporzionale sulla base di liste circoscrizionali (cioè provinciali).

I candidati per la Presidenza regionale sono molti, e ancora di più le liste che li appoggiano:

 - l’ex presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti
(Pd, Civica Zingaretti, Sel, Centro Democratico e Psi)

 - l’ex presidente della Regione Lazio ed ex ministro Francesco Storace

(Pdl, La Destra, Mir, Movimento Cittadini e Lavoratori, Fratelli d’Italia, Cristiano Popolari, Grande Sud, Civica di Storace, Per il Lazio)
 
- Giulia Bongiorno
(Lista Civica per la Bongiorno)

- Alessandra Baldassarri

(Fare Per Fermare Il Declino)

 - Luca Romagnoli 

(Fiamma Tricolore)

- Roberto Fiore

(Forza Nuova)

 - Giuseppe Rossodivita

(Amnistia Giustizia Liberta’)

 - Pino Strano

(Rete dei Cittadini)

 - Simone Di Stefano

(Casapound Italia)

 - Davide Barillari

(Movimento 5 Stelle)

 - Luigi Sorge

(Partito Comunista dei Lavoratori)

 - Alessandro Ruotolo

(Rivoluzione Civile)

IL PREMIO DI MAGGIORANZA
In cosa consiste? Alle liste collegate al presidente della Regione eletto infatti saranno assegnati almeno 44 seggi (cioè il 55 per cento dei seggi consiliari), se il presidente ha ottenuto meno del 40 per cento dei voti validi mentre se il presidente ha ottenuto il 40 per cento o più dei voti validi saranno assegnati almeno 48 seggi (cioè il 60 per cento dei seggi consiliari). In ogni circoscrizione elettorale deve essere attribuito almeno un seggio.

COME SI VOTA
Bisognerà presentarsi al seggio di riferimento muniti di scheda elettorale e documento di riconoscimento valido. Chi non ha la tessera o l’ha smarrita può richiederla all’ufficio elettorale del comune di residenza. Si voterà su una scheda di colore verde.

Ciascun elettore può, a scelta:
- votare solo per un candidato alla carica di presidente della Regione, tracciando un segno sul suo nome
- votare per un candidato alla carica di presidente della Regione e per una delle liste a esso collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste
- voto disgiunto: votare per un candidato alla carica di presidente della Regione e per una delle altre liste a esso non collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste
- votare a favore solo di una lista; in tale caso il voto si intende espresso anche a favore del candidato presidente della Regione a essa collegato
In corrispondenza dei simboli dei partiti e delle liste è possibile indicare, nelle apposite righe, l’eventuale preferenza per un candidato al Consiglio regionale. Si può esprimere una sola preferenza scrivendo il cognome oppure il nome e cognome del candidato.

Ecco tutte le liste dei candidati per chi vota in PROVINCIA DI ROMA

 
 

[22-02-2013]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE