Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Zingaretti, la Procura di Roma apre un'inchiesta dopo la denuncia dei Radicali

L'inchiesta è un atto dovuto e senza ipotesi di reato e senza indagati

La Procura ha aperto un fascicolo intestato "atti relativi a" in merito alla denuncia presentata dai Radicali nella quale si accusa Nicola Zingaretti di una presunta assunzione 'sospetta', da parte del Comitato Provvisorio Pd Lazio, avvenuta il giorno prima della sua candidatura alla presidenza della Provincia. L'apertura del fascicolo, si sottolinea, è un atto dovuto in relazione all'esposto. L'inchiesta è senza ipotesi di reato e senza indagati.

Secondo il leader dei Radicali Pannella "il problema non è etico ma di altro tipo. Da cittadino che ha qualche esperienza, a me pare che sia legittimo e in regime di obbligatorietà dell'azione penale chiedersi e chiedere alla magistratura, in base a questi fatti che sono veri, se la figura di Zingaretti non abbia qualche contiguità con quella non più del delinquente abituale ma di quello professionale". Colto di sorpresa Zingaretti: "non me lo sarei mai aspettato. Non per un problema di alleanze politiche ma perché con il partito Radicale ho sempre avuto un rapporto molto vero di condivisione di tante battaglie. Si tenta di gettare fango su una persona onesta – ha aggiunto Zingaretto - una persona per bene. Da oltre vent'anni sono dipendente del partito nel quale ho militato nelle varie trasformazioni. Tutto è avvenuto in forma trasparente. Ora mi si accusa addirittura di lucrare su dei contributi pensionistici. Sono delle miserie che francamente non mi aspettavo".

[14-02-2013]

 
Lascia il tuo commento