Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Regionali, il Tar annulla il decreto Polverini. Prima data utile 3-4 febbraio

Accolto il ricorso del Movimento difesa cittadino

Il Ter del Lazio impone il dietrofront alle elezioni regionali. Il presidente Pugliese ha infatti accolto il ricorso del Movimento difesa cittadino che rende nullo il decreto della Polverini che aveva fissato al 10 e 11 febbraio la data del voto. Second il Tar  il decreto "non individua la prima data utile sicuramente idonea ad assicurare lo svolgimento entro il più breve termine tecnicamente compatibile con gli adempimenti procedimentali previsti dalla normativa vigente in materia di operazioni elettorali: data che va invece individuata, alla stregua delle acquisizioni in atti e delle pregresse considerazioni, nei giorni 3 e 4 febbraio 2013". 

Le reazioni della Polverini sono affidate all'avvocato Federico Tedeschini, legale della Regione insieme a Francesco Saverio Marini: "Suggeriremo alla presidente Polverini di sollevare un conflitto di attribuzione davanti alla Corte Costituzionale nei confronti del Tar per violazione delle prerogative costituzionali della Regione in materia di indizione e fissazione della data di indizione delle elezioni".

Sarà discusso il 20 dicembre il merito del ricorso presentato dal Mdc sulla fissazione del voto nel Lazio. Lo ha stabilito il presidente della II sezione bis del Tar Eduardo Pugliese nell'accogliere comunque la richiesta dei ricorrenti secondo i quali il presidente dimissionario Renata Polverini non avrebbe correttamente adempiuto alla sentenza del Tar del 12 novembre poi confermata il 27 successivo dal Consiglio di Stato.

[05-12-2012]

 
Lascia il tuo commento