Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Musica
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Musica
 
 

Radical Pop presenta Neil Halstead

+ Junkfood+ Fenomenologia del Primavera Sound - Incontro con Alfonso Lanza Garcža (Co-Direttore Artistico del Primavera Sound Festival)

CIRCOLO DEGLI ARTISTI & OPIFICIO 33

presentano

03 APRILE 2014
Circolo degli Artisti - Via Casilina Vecchia, 42 - circoloartisti.it
 

                  

MAIN STAGE

ore 22:00
JUNK FOOD
www.junkfood4et.com/

Tre musicisti nati nel 1984 ed uno nato nel 1976 si incontrano sui banchi del Conservatorio di musica di Bologna.
Dal 2007, anno in cui il gruppo vince il primo premio del “Concorso del Festival delle Arti di Bologna” nella sezione Jazz, i Junkfood suonano in diversi club e festival italiani.

Nel 2009 vincono il primo premio nella Sezione gruppi al Concorso nazionale “Nuovi talenti del jazz italiano” indetto dal Piacenza Jazz Festival.
Nel 2010 scrivono su commissione la sonorizzazione live del film “Dementia” (USA, 1955) del regista americano John Parker. Il lavoro viene presentato dal vivo in diverse rassegne e festival nell’arco del 2010 ricevendo ottimi riscontri di pubblico e di critica, nonché il “Faenza music award” conferito dal MEI. A partire dal novembre 2010 sono stati selezionati da Stefano Battaglia per partecipare al proprio laboratorio permanente di ricerca musicale presso l'associazione Siena Jazz.

I componenti della band suonano e hanno collaborato a vario titolo con band e artisti quali Yuppie flu, Mariposa, Marco Biscarini, Stefano Battaglia, Calibro 35, Wu Ming ed altri.

 
 
ore 23:00
NEIL HALSTEAD (Slowdive, Mojave 3)

Neil Halstead (Luton, 7 ottobre 1970) è un cantautore inglese. Fondatore nei primi anni 90 prima del gruppo shoegaze Slowdive, dopo lo scioglimento forma nel 1995 i Mojave 3. Accanto all'attività col gruppo intraprende una carriera solista e nel 2002 pubblica il suo primo album Sleeping on Roads per la 4AD. L'album è seguito da Oh! Mighty Engine del 2008 per l'etichetta Brushfire.

Nel 2012 ritorna con un nuovo lavoro, Palindrome Hunches che rimanda ancor più dei precedenti alla tradizione folk inglese rappresentata da artisti come Nick Drake e Bert Jansch.

 
 
CAMERA OBSCURA - ore 21:00
FENOMENOLOGIA DEL PRIMAVERA
INCONTRO CON ALFONSO LANZA GARCIA (CO-DIRETTORE ARTISTICO DEL PRIMAVERA SOUND FESTIVAL). PARTECIPANO: SILVIA BOSCHERO (MOBY DICK), EMILIANO COLASANTI (ROLLING STONE), CHIARA COLLI (ZERO), GIANLUCA GIUSTI (TROVAROBATO/SFERA CUBICA), MATTEO QUINZI (LA REPUBBLICA)

Perché migliaia di persone appassionate di musica indipendente (e non) si muovono una volta all'anno alla volta di Barcellona? Perché gli stessi aspettano con trepidazione l'annuncio del costo dei biglietti e degli abbonamenti e attendono con uguale ansia l'annuncio in diretta streaming della line up di un festival così lontano da casa loro? In poche parole cos'è che rende così speciale il Primavera Sound, rispetto a tanti competitor, anche più storici e con partner più prestigiosi?

Sono passati tredici anni dalla prima edizione del Primavera Sound e, a dispetto di alcune previsioni, il fenomeno è sempre più in crescita e il festival catalano è ormai a livello dei più grandi: Glastonbury, Reading, Roskilde. Ma con uno stile e una capacità di attrattiva, che include anche una forte componente turistica, tutta sua.Confrontarsi con chi lavora tutto l'anno sul Primavera Sound ci è parso necessario in un momento storico dove nel nostro paese la musica dal vivo vive continui alti e bassi ed il suo futuro sembra incerto. Un modo per capire ancora di più uno dei pochi fenomeni di massa legati alla musica “di qualità” di questi benedetti e maledetti anni '10.


BIGLIETTI €12, ingresso libero al giardino - per info e comunicazioni: info@circoloartisti.it // 0670305684 -  info.radicalpop@gmail.com


MEDIA PARTNER: ZERO (roma.zero.eu)
 
Radical Pop è una rassegna di musica dal vivo, arte ed editoria che intende proporsi come una vetrina per una nuova scena artistica; il motore di Radical Pop è la fiducia nella freschezza di un'arte indipendente che non abbia la presunzione di discostarsi dalla potenza comunicativa di tutto ciò che è pop
Per raggiungere un tale obiettivo Radical Pop si propone di organizzare una serie di serate incentrate su band e artisti in linea con la sua filosofia fondante, valorizzate da un contorno estetico e visivo di grande identità. 
Radical Pop si propone anche di coinvolgere altre realtà selezionate nel mondo delle arti visive, della comunicazione e dei nuovi media al fine di creare un corto circuito che favorisca l’incontro di nuove maestranze e la nascita di nuove future collaborazioni. Vuole creare uno spazio piacevole e coinvolgente non solo per le nuove generazioni, ma anche per un pubblico di “giovani adulti”, magari insider e operatori del settore.
 
www.facebook.com/radicalpop - radicalpop.tumblr.com

[27-03-2014]

 
Lascia il tuo commento