Giornale di informazione di Roma - Domenica 04 dicembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Mostre Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Mostre Roma
 
 

OSMOSIS: L'arte contemporanea spiegata dal pubblico

Domenica 6 marzo al MAXXI ed in tutti i musei AMACI si è svolta la seconda edizione di “Educational Day”.
Curata dai Dipartimenti Educativi dei Musei associati AMACI il progetto, affidato quest’anno all’artista Valerio Rocco Orlando, ha come scopo quello di avvicinare il pubblico adulto all’arte contemporanea. Attraverso il dialogo e confronto sulle opere esposte,  i visitatori del Maxxi hanno seguito un percorso artistico guidati da uno storico dell’arte del museo.

Il progetto  denominato OSMOSIS  cerca di  approfondire i legami tra i dipartimenti educativi dei musei associati,  i singoli musei, il loro territorio di appartenenza e il loro pubblico. Si tratta di un’opera d’arte partecipativa focalizzata sulla fruizione dei diversi e potenziali pubblici dei 25 musei AMACI, attraverso la loro relazione con l'istituzione culturale e i gli spazi espositivi. Una vera è propria rete che si concretizza in un momento di riflessione collettiva sulla responsabilità del museo oggi, per indagare il senso dell’istituzione artistica nel proprio territorio, e in generale, per verificare la presenza di un sentimento di appartenenza rispetto all'arte contemporanea, i cui linguaggi non sono sempre chiari e  facilmente intuibili.

L’obiettivo di OSMOSIS è quindi quello di attivare, durante l’Educational Day, quel processo osmotico che sta alla base della vita di ogni museo e che prende vita oltrepassando la soglia d’ingresso dell’istituzione.

Da settembre a dicembre 2015 Valerio Rocco Orlando ha  visitato i musei della rete AMACI italiani e ha intervistato i responsabili e gli operatori dei Dipartimenti Educativi sulle loro pratiche, esperienze, difficoltà e sui rapporti con il pubblico.  Da questi incontri è emersa una serie di domande che l’artista ha raccolto su un’unica tavola e alle quali il pubblico ha dato risposta con una propria riflessione scritta su una cartolina ed imbucata in un urna. Le risposte del pubblico diventano così restituzione di una partecipazione attiva alla vita del museo,  l'Osmosi sarà avvenuta?

 

Nunzia Castravelli

 
 

[07-03-2016]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE