Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Lapis Niger, percorso multimediale

il cuore dei Fori Imperiali, in attesa del restauro, da oggi fruibile con un percorso multimediale

Da oggi i visitatori dei Fori Imperiali potranno affacciarsi a delle finestre multimediali aperte sull’area sacra del Lapis Niger.
Gli archeologi stanno infatti ancora lavorando sul sito dove e stata ritrovata una delle più antiche iscrizioni della lingua latina, la prima ad uso pubblico, databile 565 A.c.. Il lavoro prevede la rimozione del solaio che copriva l’area di scavo e la messa in sicurezza dei reperti, che sono d’immenso valore. Per consentire quindi a tutti di continuare ad ammirare uno dei luoghi più antichi e misterios dell'antica Roma, la soprintendenza per i beni archeologici in collaborazione con gli studenti della facoltà  di architettura di Madrid, hanno ideato queste finestre sulla storia.

I lavori nell’antica area del Lapis Niger, che i testi di letteratura latina riportano come una delle testimonianze più antiche della storia soprattutto per la lingua dell’iscrizione ritrovata sulla pietra, dureranno per almeno un altro anno. Il nome dell’area deriva dal fatto che anticamente era coperta da lastre di marmo nero. Fu scoperta nel 1899 composta da un complesso monumentale arcaico costituito da un’altare a doppia anta ed un cippo piramidale con l’antica incisione, una legge regia, di carattere religioso, forse un divieto di passaggio su questo antico luogo. Secondo una leggenda ed alcune fonti classiche la pietra nera indicava il luogo dove Romolo fu ucciso prima di essere acolto tra le divinità celesti.





[18-06-2013]

 
Lascia il tuo commento