Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Giornata della trasparenza, Sabella: "Roma Ŕ corrotta, non mafiosa"

l'assessore alla LegalitÓ: "Controlleremo il patrimonio dei dirigenti pubblici"

“Roma non è una città mafiosa ma una città corrotta”. L’assessore alla Legalità di Roma Capitale Alfonso Sabella ha aperto così la giornata della trasparenza che si è svolta in Campidoglio. “Sulla corruzione si è fatto ancora troppo poco – ha detto l’assessore -. Bisogna fare in modo - ha aggiunto Sabella - che corrompere e farsi corrompere in questo Paese non sia conveniente”. Sabella ha annunciato di star lavorando su un nuovo sistema di controllo dei dirigenti pubblici, in modo da avere situazioni patrimoniali sotto controllo.

Anche il sindaco Marino è intervenuto in Assemblea capitolina ribadendo l’importanza del senso civico tra i cittadini.

"La lotta alla corruzione é un processo culturale. Gli italiani sono tra gli ultimi in Europa nella classifica dei paesi avvertiti dai cittadini come meno corrotti. Siamo noti per essere bravi a raggiungere ogni obiettivo attraverso le scorciatoie. É una mentalità che va estirpata - ha detto Marino -. "Con il piano triennale della normativa anticorruzione - ha aggiunto Marino - si apre un nuovo ciclo per la città di Roma. L'amministrazione passata ci ha lasciato solo macerie, alle quali stiamo cercando di porre rimedio".

Ma sulla giornata della trasparenza c’è anche chi è polemico con l’amministrazione Marino. Secondo Daniele Ricciardi, di Ricette per Roma, sul piano della chiarezza nei rapporti con i cittadini si potrebbe fare molto di più. "L'assessore Sabella si speso molto per questa giornata.  Anche se ha iniziato a promuovere questa giornata solo 4 giorni fa, a mio avviso un po' in ritardo per consentire una piena partecipazione. Non è così che si porta a superare la diffidenza nei politici e nei confronti dei dirigenti di Roma Capitale. I cittadini hanno bisogno di capire come funzionano le dinamiche del governo di Roma capitale. Non soltanto chi vuole apprendere, è anche un diritto di chi vuole impegnarsi in prima persona".

Marino a Philadelphia, polemica con Alemanno - Ancora polemica sui viaggi di Marino che mercoledì partirà per Philadelpia. Il primo cittadino ha accettato l'invito del suo collega di Philadelphia, Michael Nutter, che gli aveva proposto di volare nella città americana in occasione della visita di Papa Francesco. Marino dunque parteciperà ad alcuni appuntamenti istituzionali e religiosi previsti nel programma di visita del Santo Padre. Le spese del viaggio, spiegano dal Campidoglio, saranno a carico del Comune di Philadelphia che lo ha invitato. L'ex sindaco Alemanno ha commentato su twitter: #Marino riparte negli USA. Con la scusa di accompagnare il Papa a #Filadelfia scappa ancora una volta da #Roma".

[21-09-2015]

 
Lascia il tuo commento