Giornale di informazione di Roma - Sabato 24 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Giubileo, in arrivo 200 milioni

Marino: "Siamo pronti ad investire subito"

200 milioni. Tanto sarà lo sforzo del governo per venire incontro alle necessità del Comune di Roma per far fronte al Giubileo. Se ne è discusso oggi a un tavolo che ha visto Comune, Regione, Governo e Vaticano cercare il modo più semplice, e soprattutto veloce, affinché questi fondi straordinari riescano a finanziare l’evento per il quale sono attesi milioni e milioni di pellegrini da tutto il mondo. Tuttavia l’amministrazione capitolina si deve ancora risvegliare dalla doccia fredda di ieri: la gara per il nuovo appalto relativo ai 100 nuovi bus che Marino ha promesso per il prossimo gennaio, proprio in corrispondenza del Giubileo dunque, è andata nuovamente deserta: era la seconda proroga, visto che anche la prima gara non aveva ricevuto alcuna proposta, ne servirà un’altra. Pr quanto riguarda i fondi per garantire l’apertura dei cantieri relativi al Giubileo il Governo, oltre al tetto dei 200 milioni, non ha intenzione di recedere dall’input iniziale: quello, ossia, di sbloccare i fondi ma solo se esclusivamente necessari al finanziamento di opere legate all’anno santo. Una garanzia per evitare che, una volta in grado di far partire i lavori, l’investimento non si perda per attappare buchi o perdite generate dalla macchina capitolina. Anche perché in realtà i soldi arriveranno sottoforma di sconti: niente finanziamenti a pioggia bensì possibilità, per il Comune, di sforare il patto di stabilità. I tempi restano comunque stretti: entro venerdì dovrebbe arrivare il via libera del Governo sottoforma di Decreto del Presidente del Consiglio: un provvedimento che, diversamente dal decreto legge, garantirebbe di ottenere il finanziamento senza perdere tempo. Sempre che il piano messo a punto dal Comune soddisfi le richieste del Premier.

Marino: "Siamo pronti ad investire subito sulle prime opere: rotatorie, collegamenti tra le basiliche, percorsi per le bici sul 'Grab', percorsi a piedi". -ha detto Marino-. "Papa Francesco - afferma il primo cittadino - ha chiesto che i pellegrini arrivino a piedi e dunque realizzeremo punti di approdo che consentiranno di percorrere a piedi gli ultimi due chilometri".

[05-08-2015]

 
Lascia il tuo commento