Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Mafia Capitale, nuovo sequestro di beni a societÓ riconducibili a Buzzi

domani il prefetto Gabrielli valuterÓ la relazione sull'amministrazione Capitolina

Nuovo sequestro di beni della Guardia di Finanza nell'ambito dell'operazione Mondo di Mezzo. Le fiamme gialle hanno eseguito questa mattina nuovi provvedimenti di sequestro per un valore di 16 milioni di euro di beni riconducibile a Salvatore Buzzi, il dominus delle cooperative sociali, ritenuto dall-accusa il gestore dell'attività economica del gruppo criminale guidato dall'ex Nar Massimo Carminati.

Il nuovo provvedimento di sequestro riguarda le quote societarie, il capitale sociale e l’intero patrimonio aziendale della SARIM IMMOBILIARE S.r.l.. Societa nel settore immobiliare con sede in Viale Palmiro Togliatti che risulta controllata dalla cooperativa 29 giugno. Tra i sequestri ci sono anche diversi immobili, di cui uno in via Santa Maria di Loreto, utilizzato dalle cooperative di Buzzi come casa di accoglienza per minori, rifugiati e richiedenti asilo. Con questo ultimo sequestro del valore di 16 milioni di euro, sale quindi a 360 milioni il totale dei beni sequestrati nell'ambito dell'inchiesta di Mafia Capitale. Intanto domani è attesa sul tavolo del prefetto di Roma Franco Gabrielli la relazione degli ispettori sullo stato dell’amministrazione del Campidoglio. Il prefetto avrà 45 giorni per decidere se proporre o meno al ministro dell’Interno lo scioglimento del Comune di Roma per infiltrazioni mafiose.

[15-06-2015]

 
Lascia il tuo commento