Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Mafia Capitale, seconda ondata di arresti. Gabrielli: "Sospesi consiglieri"

tra gli indagati l'ex assessore all'ambiente Marco Visconti e l'ex capo di gabinetto della Regione Maurizio Venafro

C’è anche Marco Visconti, l’ex assessore all’ambiente del Campidoglio della giunta Alemanno tra i 21 indagati nel secondo filone d’inchiesta ormai ribattezzata “mafia capitale”.  Gli indagati, resi noti solo oggi che si aggiungono ai 44 arrestati di ieri sono accusati di corruzione, turbativa d’asta, false fatturazioni, rivelazione di segreto d’ufficio. Nuovo provvedimento anche per Maurizio Venafro, ex capo di gabinetto del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, dimessosi alcuni mesi fa. Indagata anche Patrizia Cologgi, ex capo di dipartimento della Protezione civile comunale.

Tra i nuovi indagati c'è anche Salvatore Nucera, ex capo segreteria di Francesco D’Ausilio quando era capogruppo del Pd in Assemblea capitolina ed il costruttore romano Antonio Pulcini. Gli uffici dei dirigenti comunali e dei politici sono stati perquisiti dai carabinieri del Ros, i militari hanno anche perquisito le sedi di decine di società e cooperative ritenute coinvolte nell’inchiesta. Intanto emergono nuove intercettazioni diffuse dai carabinieri. Come quella di Luca Odevaine, ex capo di gabinetto di Veltroni, e presunta figura di raccordo tra la politica, il ministero dell’Interno ed il presunto gruppo criminale capeggiato da Carminati e Buzzi. Nelle intercettazioni Odevaine, che secondo l'accusa era a libro paga dell'organizzazione conta mazzette da 30.000 euro e lamenta dei ritardi dei pagamenti.




Oggi sono intanti iniziati gli interrogatori di garanzia degli arrestati: tra questi Mirko Coratti che ha negato ogni accusa. Sono stati ascoltati anche il dirigente comunale Angelo Scozzafava e l’ex assessore della giunta Marino Daniele Ozzimo. Domani saranno ascoltati gli altri 21 indagati. Il prefetto di Roma Franco Gabrielli ha oggi annunciato che si sta provvedendo alla sospensione dei consiglieri comunali coinvolti nel nuovo filone d’inchiesta. Nel giro di poche ore i consiglieri Coratti, Tredicine, Caprari e Pedetti, finiti ieri in manette, saranno sospesi dall’Assemblea capitolina. Anche Luca Gramazio, consigliere regionale sarà sospeso. Sono accusati di corruzione aggravata per aver favorito un'organizzazione mafiosa.

[05-06-2015]

 
Lascia il tuo commento