Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Prostituzione minorile a Termini, ragazza di 16 anni "venduta" dalla madre

clienti abbordati alla stazione

Ci sarebbe anche una mamma senza scrupoli, capace di vendere prestazioni sessuali della figlia minorenne nel giro di prostituzione che ruotava intorno alla stazione Termini. Si tratta di una rumena quarantenne che avrebbe offerto la ragazzina di 16 anni a uomini adulti. La donna che smerciava abusivamente biglietti presso lo scalo ferroviario è finita sul registro degli indagati. Due gli episodi contestati dal procuratore aggiunto Maria Monteleone e dal pm Cristiana Macchiusi.

Il primo risale al 18 agosto 2014: le telecamere della Polfer riprendono la ragazzina che viene abbordata da un uomo già seguito dagli agenti: insieme prendono la metropolitana fino a Tiburtina, per poi raggiungere il cimitero del Verano. Colto in flagranza mentre consuma atti sessuali con la giovane, l’uomo racconta che sarebbe stata la mamma di lei a proporre l’incontro. Il secondo episodio risale al settembre 2014: presso la stazione di Latina la stessa minore si sarebbe intrattenuta con un altro uomo che poi avrebbe negato la prestazione sessuale. Nell’inchiesta, che vede coinvolte 17 persone, era finito anche un prete, Placido Greco, detto Don Dino, è accusato di aver avvicinato almeno una decina di ragazzini, anche molto piccoli.

[25-05-2015]

 
Lascia il tuo commento